Giustizia civile - Giurisdizione, volontaria -  Cuzzola Paolo Fortunato - 11/01/2016

CRISI DA SOVRAINDEBITAMENTO: PUBBLICAZIONE DEL DECRETO E DELLA PROPOSTA SU QUOTIDIANO - 3131/2015 V.G. di Paolo F. CUZZOLA

Procedura ristrutturazione crisi da sovraindebitamento

Pubblicità del decreto e della proposta

Il Giudice dispone la pubblicazione del decreto e della proposta di paino sul quotidiano "il Messaggero" e sulla pagina web procedureconcorsuali.it

 

 

Nel caso in esame Dr. Petterutti, magistrato designato, ha emesso un provvedimento degno di particolare rilevanza sia per il contenuto che per il modus operandi posto in essere.

Il Giudice, fissando l'udienza per l'omologazione del piano, ha incaricato l'OCC di provvedere alla comunicazione ai creditori sia nelle forme previste dall'art. 10 comma 1 legge 3/2012 , sia disponendo la pubblicazione del decreto e della proposta di piano sul quotidiano "Il Messaggero" e sulla pagina web procedureconcorsuali.it.

Innovativa si appalesa la modalità di notifica del decreto e della proposta a mezzo di pubblicazione su di un quotidiano e su di una rivista giuridica, posto che gli stessi non rientrano tra i mezzi di comunicazione indicati dal comma 1 dell'art.10 per assolvere l'obbligo di comunicazione ai creditori. Pertanto, prima facie, tale modalità di adempimento potrebbe apparire irrituale.

Tuttavia se si legge con attenzione il secondo comma dell'art. 10, lo stesso sancisce che: "il giudice dia idonea forma di pubblicità alla proposta di piano e al decreto".

La modalità di notifica posta in essere dal magistrato rientrerebbe nel tenore letterale della norma "idonea forma di pubblicità".

Purtuttavia tale decisione si è innovativa e ad oggi non è rintracciabile nella giurisprudenza recente alcuna richiesta di pubblicazione attraverso canali di comunicazione di così larga diffusione.

Occorre, infine, soffermarci sulla ratio della specifica richiesta posta in essere da magistrato e chiedersi quali siano state le motivazioni che lo hanno spinto a richiedere la pubblicazione del provvedimento su "Il Messaggero" e su procedureconcorsuali.it

In tale ipotesi si può supporre che il Giudice abbia voluto utilizzare tali mezzi al fine di garantire una maggiore diffusione e conoscenza tra i consumatori della composizione del procedimento di composizione della crisi da sovraindebitamento come strumento idoneo a tutelare e a dare risposte concrete a coloro i quali si trovano schiacciate dal peso dei debiti accumulati.

Tale intento è ampiamente condivisibile posto che ad oggi la legge risulta ancora poco conosciuta e diffusa.