Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Giustizia civile / processo di esecuzione

22/11/14

PIGNORAMENTI: PROCEDURE IN AUMENTO IN TUTTA ITALIA. A MODENA L'INCREMENTO PIU' ALTO - Alessio ANCESCHI

Secondo i dati ADUSBEF e FEDERCONSUMATORI il numero dei pignoramenti è in sensibile crewcita in tutta Italia a dimostrazione dell'aumento dell'insolvenza dei privati e delle aziende, conseguenza sia della crisi che della mala giustizia del nostro Paese.

Nel monitoraggio di 35 Tribunali di tutta la penisola, solo 3 Tribunali hanno registrato una diminuzione del numero di procedimenti rispetto all'anno precedente (Avezzano, Bergamo e Taranto) mentre in tutti gli altri si sono registrati aumenti.

Al primo posto per l'aumento percentuale del numero di procedimenti esecutivi vi è il Tribunale di Modena che nell'ultim ...

leggi tutto ›
 

19/11/14

pignoramenti: "IL TERZO PIGNORATO PUO' ANCHE MENTIRE !!" - G.d.P. Sassuolo, 1.8.2014

Ecco una di quelle notizie che fanno cadere dalla sedia quegli avvocati ingenui che ancora pensano che lo scopo dei Tribunali sia quello di amministrare la Giustizia e che le dichiarazioni formali rese davanti ai Giudici debbano essere veritiere. Nulla di più falso e ad affermarlo sono gli stessi Giudici.

Con sentenza del 1.8.2014 il Giudice di pace Dr. Cesare Stranieri afferma chiaramente che "in realtà il terzo pignorato non ha l'obbligo di dire la verità in quanto egli non è parte del giudizio, ma la sua dichiarazione non può neppure essere intesa come una testimonianza disinteressata e dunque, deponendo su un ...

leggi tutto ›
 

11/10/14

"DL n. 132/2014, NOVITA': DESTINO DEI BENI RINVENUTI DURANTE L'ESECUZIONE PER CONSEGNA O RILASCIO" - Riccardo MAZZON

Sempre con l’ambizione di perseguire semplificazione e accelerazione del processo di esecuzione forzata, in ambito di esecuzione per consegna o rilascio è introdotta una nuova disposizione, riguardante i beni mobili eventualmente estranei all'esecuzione (se le cose risultassero essere pignorate o sequestrate, l'ufficiale giudiziario dovrà dare immediatamente notizia dell'avvenuto rilascio (1) al creditore su istanza del quale fu eseguito il pignoramento o il sequestro nonché (2) al giudice dell ...

leggi tutto ›
 

07/10/14

"DL n. 132/2014, NOVITA': RICERCA DEI BENI DEL DEBITORE DA SOTTOPORRE A PIGNORAMENTO" - Riccardo MAZZON

Ancora con l’ambizione di perseguire semplificazione e accelerazione del processo di esecuzione forzata, anche la ricerca dei beni del debitore da sottoporre a pignoramento subisce modifiche strutturali, attraverso: (1) l’abrogazione del settimo comma dell'articolo 492 c.p.c.; (2) la previsione secondo cui, su istanza (con contributo unificato, da pagarsi contestualmente dalla parte istante, già fissato in euro 43, senza possibilità di applicare l'articolo 30 del decreto del Presidente della Re ...

leggi tutto ›
 

02/10/14

"DL n. 132/2014: NOVITA' IN AMBITO DI ESPROPRIAZIONE PRESSO TERZI" - Riccardo MAZZON

Ancora con l’ambizione di perseguire semplificazione e accelerazione del processo di esecuzione forzata, anche in ambito di espropriazione presso terzi, eseguita l'ultima notificazione – che non è più necessario sia effettuata “personalmente” al terzo, bastando, anche per il medesimo, la notifica ex artt. 137 e ss. c.p.c. -, l'ufficiale giudiziario sarà tenuto a consegnare - senza ritardo -, al creditore, l'originale dell'atto di citazione.

E, anche qui ...

leggi tutto ›
 

01/10/14

"DL n. 132/2014: ACCELERAZIONE DEL PROCESSO DI ESECUZIONE FORZATA E TUTELA DEL CREDITO" - Riccardo MAZZON

Con l’auspicata finalità di contrastare il ritardo nei pagamenti, attraverso l’implementazione dell’articolo 1284 del codice civile il legislatore ha stabilito che, qualora le parti non ne abbiano determinato la misura, da quando ha inizio un procedimento di cognizione il saggio degli interessi legali sia pari a quello previsto dalla legislazione speciale relativa ai ritardi di pagamento nelle transazioni commerciali.

Tale disposizione, destinata a produrre effetti rispetto ai procedimenti iniziati a decorrere dal trentesimo giorno successivo all'entrata in ...

leggi tutto ›
 

22/08/14

"ACCETTAZIONE TACITA DELL'EREDE E TRASCRIZIONE DEL CREDITORE PROCEDENTE" - CASS.11638/2014 - Laura PROVENZALI

La Corte di Cassazione, con Sentenza n. 11638/ 2014, ha recentemente affrontato i temi della accettazione tacita dell'eredità e della continuità delle trascrizioni, con particolare riguardo, per quanto concerne l'espropriazione immobiliare, alla possibilità, per il creditore procedente, di trascrivere, a sua cura e spese, l'accettazione tacita dell'erede-debitore esecutato.

Nella articolata pronuncia in commento, gli Ermellini hanno affermato i seguenti principi di diritto:

" In materia di espropriazione immobiliare, qual ...

leggi tutto ›
 

26/07/14

"DL CARCERI: LE NOVITA' " - Maria CARIELLO

Via libera della Camera al decreto legge 92/2014 sulle carceri, che ora andrà al Senato per il voto definitivo.

In breve, le novità:

Rimedi risarcitori. Sconti di pena o soldi ai detenuti reclusi in 'condizioni inumane'. Per compensare la violazione della Convenzione sui diritti dell'uomo, se la pena è ancora da espiare è previsto infatti un abbuono di un giorno ogni dieci passati in celle sovraffollate. Per chi è già fuori sono previsti 8 euro per ogni giornata in cui si è subito il pregiudizio. La richiesta, dev'essere inoltrata entro 6 mesi dalla fine della detenzione. Da qui al 2016 per i risarcimenti s ...

leggi tutto ›
 

23/03/14

Processo esecutivo: I titoli che richiedono l’apposizione della formula esecutiva – di Marco Faccioli

Dopo aver analizzato cosa sia e quando e come venga apposta la formula esecutiva sul titolo, si veda ora QUALI TITOLI la richiedano ai fini dell'esecuzione.

Le sentenze e i provvedimenti che richiedono l’apposizione della formula esecutiva sono quelli che, una volta pronunciati, presentano l’idoneità a divenire titoli esecutivi, ossia a fondare l’esecuzion ...

leggi tutto ›
 

14/03/14

"QUANDO IL SEQUESTRO SI CONVERTE IN PIGNORAMENTO: CASO PARMALAT" - Trib. Reggio Emilia 4.3.2014 - Paolo M. STORANI

Insegna la S.C. che il sequestro conservativo si converte in pignoramento “nei limiti del credito per il quale è intervenuta la condanna e non anche per l’importo eventualmente maggiore, fino al quale il sequestro stato autorizzato… Né per l’importo per il quale non è intervenuta condanna esecutiva, il sequestro può conservare efficacia” (cfr. Cass., Sez. III, 28 giugno 2012, n. 10871 - Pres. Fulvio UCCELLA, Rel. Giuseppina Luciana BARRECA).

La pronuncia documentale che P&D propone ai suoi visitatori riguarda un caso di modifica in diminuzione di risonanza nazionale (Parmalat); si riferisce ad un gi ...

leggi tutto ›
 

26/02/14

TRUST: NULLITA' PIGNORAMENTO - Tribunale Reggio Emilia n. 307/2014 - Maria CARIELLO

Con sentenza del 25/2/2014, n. 307/2014 il Tribunale di Reggio Emilia ha statuito che il Giudice dell'esecuzione può rilevare d'ufficio l'invalidità del pignoramento quando lo stesso è rivolto nei confronti di un soggetto giuridico inesistente. Il trust è soggetto giuridico inesistente, non essendo ente autonomo che svolge la propria attività attraverso la persona fisica del trustee, ma piuttosto semplice rapporto tra soggetti. La notifica dell'atto di pignoramento e la trascrizione dello stesso sono invalide, e la nullità è rilevabile d'ufficio, se eseguite nei confronti del trust, dovendo invece notifica e trascrizio ...

leggi tutto ›
 

25/02/14

Processo esecutivo: LA FORMULA ESECUTIVA – di Marco Faccioli

La spedizione in forma esecutiva del titolo è preordinata allo scopo di procurare il possesso del titolo stesso (necessaria condizione per esperire l’esecuzione forzata) alle parti cui spetta, ovvero a quelle a cui favore è stabilita la prestazione nella sentenza o nel provvedimento.

Il titolo, a mezzo della spedizione, diventa esecutivo, ossia idoneo per l’esecuzione forzata. L’apposizione della formula esecutiva avviene non sull’originale del titolo, ma sulla prima copia da consegnare alla parte interes ...

leggi tutto ›
 

17/02/14

“VINCOLO DI DESTINAZIONE E OPPONIBILITA’ ”- Tribunale di Santa Maria Capua Vetere –– ordinanza 28/11/2013-Valentina ROSSI

Il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere nell' ordinanza del 28/11/2013 ha affermato che l'art. 2645-ter cod. civ. non riconosce, sul piano sostanziale, la possibilità dell'auto-destinazione unilaterale ; poi, sotto il profilo sistematico, la portata applicativa della norma deve essere interpretata in senso restrittivo e, quindi, limitata alle sole ipotesi di destinazione "traslativa".

 

 

leggi tutto ›
 

09/02/14

Processo esecutivo: Il titolo esecutivo nella UE – di Marco Faccioli

Le sentenze ed i provvedimenti giudiziari, nonché gli atti pubblici formati in uno Stato membro della Unione Europea possono essere direttamente azionati in tutti i paesi che ne fanno parte, senza necessità di particolari procedure di riconoscimento del titolo. Al fine di consentire “la libera circolazione delle decisioni giudiziarie, delle transazioni giudiziarie e degli atti pubblici in tutti gli Stati membri senza che siano necessari, nello Stato membro dell’esecuzione, procedimenti intermedi per il riconoscimento e l’esecuzione” il Legislatore Comunita ...

leggi tutto ›
 

01/02/14

"PRECISAZIONI SUL VERBALE DI CONCILIAZIONE" - Trib. Bolzano 30/9/2013 - Vito AMENDOLAGINE

La vicenda esaminata dal Tribunale di Bolzano nel procedimento instaurato ex art. 669 terdecies c.p.c. trae origine dall’ordinanza con la quale il giudice di prime cure aveva dichiarato l’inammissibilità dell’istanza di determinazione delle modalità d’attuazione di quanto convenuto in un verbale di conciliazione sottoscritto nell’ambito di un procedimento di danno temuto.

     A tal riguardo, il primo giudice rilevava da un lato l’inapplicabilità dell’art. 669 duodecis c.p.c. in ordine all’attuazione dei verbali di conciliazione e dall’altro che nella fattispecie considerata, per conseguire l’es ...

leggi tutto ›
 

01/02/14

Processo esecutivo: I titoli esecutivi stragiudiziali – di Marco Facciol

A differenza di quelli esaminati nel precedente articolo (i titoli esecutivi giudiziali http://www.personaedanno.it/index.php?option=com_content&view=article&id=44410&catid=199), i titoli esecutivi in esame si formano al di fuori del processo o di qualsivoglia altra attività giurisdizionale. Per la loro formazione, quindi, non è necessario il provvedimento di alcun giudice. 

Sono titoli esecutivi stragiudiziali:

...
leggi tutto ›
 

25/01/14

Introduzione al processo esecutivo: I TITOLI ESECUTIVI GIUDIZIALI – di Marco Faccioli

Come dice il termine stesso, i titoli esecutivi “giudiziali” vengono formati nell’ambito di un processo, o comunque all’esito di un’attivitàˆ giurisdizionale che si conclude con l’adozione di un provvedimento suscettibile di divenire esecutivo. Per poterli ottenere è quindi necessario che il creditore procedente rivolga la propria istanza (atto di citazione o ricorso) ad un organo giudiziario.

Quello che segue è un elenco dei principali titoli esecutivi giudiziali, con una succinta descrizione delle situazioni giuridi ...

leggi tutto ›
 

24/01/14

"PIGNORAMENTO ESATTORIALE E PIGNORABILITA' DEI BENI" - Cass. Civ. 1113/2014 - Paolo M. STORANI

Istruttiva per gli amanti del processo esecutivo la pronuncia con cui la Cass. Civ., Sez. III, 21 gennaio 2014, n. 1113, Pres. RUSSO - Est. TRAVAGLINO ...bacchetta il Tribunale di Enna avuto riguardo alla qualificazione giuridica dell'opposizione proposta dall'ingiunto in relazione ad un pignoramento esattoriale presso terzi eseguito su istanza di Serit Sicilia.

Nell'energico passo finale l'autorevole Estensore evidenzia che nessuna altra ipotesi di impignorabilità risulta contemplata nella procedura speciale esattoriale, talché la soluzione "suggestivamente" adottata dal Tribunale ennese avuto riguardo ai crediti ave ...

leggi tutto ›
 

19/01/14

"INTRODUZIONE AL PROCESSO ESECUTIVO" – Marco FACCIOLI

Nel nostro ordinamento il credito è la situazione giuridica soggettiva attiva del rapporto di obbligazione, ovvero il diritto del creditore all’esecuzione della prestazione dovutagli dal debitore. Il diritto di credito fa parte della categoria del diritto soggettivo relativo quale posizione di spettanza giuridica correlativa all’altrui obbligo.

Esso si caratterizza per la sua relativitàˆ e patrimonialitˆà. In quanto diritto soggettivo riconosciuto,  tutelato dalla ...

leggi tutto ›
 

12/01/14

Quando la trattativa bonaria fallisce. Il recupero del credito nella fase giudiziale. Introduzione – di Marco Faccioli

Dopo aver succintamente analizzato le strategie e le modalitàˆ attuative del recupero del credito stragiudiziale, si passi ora a prendere in considerazione quelle relative al recupero giudiziale. Se la fase stragiudiziale poteva essere gestita su un piano puramente privatistico (creditore – debitore, professionista incaricato dal creditore – debitore), in quella giudiziaria si rende necessario il ricorso allo Stato, con la richiesta avanzata direttamente ad uno degli organi (giudice di pace o tribunale) con cui viene amministrata la giustizia. ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2014 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin

CSS Validity XHTML Validity