Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Famiglia, relazioni affettive / invalidità, separazione, divorzio

21/10/14

"DIVORZIO: BLEFFARE NON CONVIENE" - Cass. ord. 21667/2014 - Valeria MAZZOTTA

Attenzione ! In odor di separazione e divorzio, è sconsigliabile porre in essere operazioni economiche mirate a far apparire inferiore un patrimonio. Anche in materia di famiglia il Giudice può far ricorso alle presunzioni: dunque, nel caso in cui l’ex marito, nell’arco di poco tempo, alieni a terzi due appartamenti ed effettui un prelievo di lire 715.000.000, è lecito ritenere che abbia posto in essere una operazione di artefatto impoverimento mirata a non ottemperare ai propri obblighi familiari.

Questa lopinione espressa dalla Cassazione con l'ordinanza 21667 del 14 ottobre 2014.

Non passa quindi la tesi ...

leggi tutto ›
 

17/10/14

“LA DELIBAZIONE DELLE SENTENZE ECCLESIASTICHE IN TEMA DI NULLITÀ MATRIMONIALI" - Cass. Civ. sez. I sent. 19619/14 - I. FORTINA

La questione affrontata nella pronuncia in commento riguarda l’efficacia nell’ordinamento italiano di una sentenza di nullità matrimoniale pronunciata dal Tribunale Ecclesiastico (resa poi esecutiva dal Supremo Tribunale della Segnatura Apostolica).

Ciò che in particolare viene in rilievo è la presunta contrarietà, addotta dalla ricorrente, della sentenza del Tribunale ecclesiastico all’ordine pubblico ed alla tutela della buona fede e dell’affidamento.

È subito da sottolineare che con l’espressione “ordine pubb ...

leggi tutto ›
 

14/10/14

“SI PUO’ GIUSTIFICARE UN TRADIMENTO? LA SUPREMA CORTE DICE SI”- Cass., Sez. VI Civile, ord. n. 21596/2014 – V. CARDANI

Se fate parte di coloro che ritengono che un tradimento non possa comunque e per qualsiasi ragione essere giustificato, allora probabilmente non sarete d’accordo con quanto sostenuto dalla Suprema Corte nella pronuncia in commento!

Ebbene, nel caso di specie, il Tribunale dichiarava la separazione di una coppia con addebito al marito, colpevole di tradimento.

La sentenza veniva confermata anche dalla Corte d’Appello.

Tuttavia, il marito non è d’accordo: perché il proprio tradimento ne ...

leggi tutto ›
 

12/10/14

"ASSEGNO DIVORZILE: L'INDICE DI RIFERIMENTO E' LA DISPARITA' ECONOMICA" - Cass. 21010/2014 - A.G.

Se la moglie si ritira dalla professione per occuparsi a pieno titolo della famiglia e della gestione dell'azienda di proprietà del marito, questa scelta vale anche quando si separa e le va riconosciuto un assegno in ragione delle disparità economiche tra i coniugi al momento del divorzio.

Lei era un'insegnante elementare che ha ripreso l'attività dopo molti anni, rinunciando ai contributi previdenziali che il lavoro costante le avrebbe assicurato e, pertanto, abbandonando l'idea di avere una pensione adeguata.

Lui era titol ...

leggi tutto ›
 

10/10/14

" NEGOZIAZIONE ASSISTITA NELLA SEPARAZIONE: MINISTERO FA CHIAREZZA" - MInist. Int. Circ. 16/2014 - V. MAZZOTTA

 

 

E’ stata pubblicata dal Ministero degli Interni, Dipartimento per gli Affari interni e territoriali, la circolare n. 16/2014 al fine di chiarire alcuni aspetti in tema di negoziazione assistita dall’avvocato nella separazione personale, divorzio o modifica delle condizioni di separazione o divorzio. Ricordiamo infatti che il D.L. 132/2014 ha introdotto la possibilità di separarsi, divorziare o modificare le condizioni di una precedente separazione o divorzio, purchè non vi siano figli minori o maggiorenni non economicamente autosufficienti o portatori di handicap, rivolgendosi all’avvocato e ...

leggi tutto ›
 

03/10/14

"IL GENITORE NON PUO' SCEGLIERE COME MANTENERE I FIGLI" - CASS. 40974/2014 - Valeria MAZZOTTA

Il genitore obbligato al mantenimento del figlio non può scegliere in che modo provvedervi: dunque, il pagamento delle rate del mutuo inerente la casa ove la prole viva con la madre, non libera il padre da versare anche l’assegno mensile.

La Cassazione penale, con la sentenza n. 40974 pubblicata il 2 ottobre 2014, condanna per il reato di violazione degli obblighi di assistenza familiare il genitore che, pur essendosi accollato le rate del mutuo per la casa familiare, di cui godeva il figlio unitamente alla madre, non provvedeva al mantenimento mediante il versamento della somma periodica disposta in sede di separazion ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma