Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Diritto, procedura, esecuzione penale / reato

31/05/16

Terrorismo e sito web – Cass. pen. 22126/16 – A.G.

La vicenda ha interessato, per ora, il profilo della custodia cautelare a carico di un ...

leggi tutto ›
   

26/05/16

Presentato biglietto “gratta e vinci” falsificato: ma è reato impossibile - Cass. pen. 19701/16 – A.G.

Una donna presentava all’incasso un “gratta e vinci” con numero di serie alterato, allo scopo di farlo apparire come vincente. Viene denunciata per uso di atto falso e tentata truffa. In primo grado viene assolta mentre in appello viene condannata. Pertanto, ricorreva davanti alla Cassazione sostenendo trattarsi di “reato impossibi ...

leggi tutto ›
 

26/05/16

Lesioni gravissime per sfregiamento del viso: non conta solo la ferita, ma anche l'impatto psichico - Cass. Pen. 21394/16 - F.M. Bernicchi

La Cassazione chiarische:lo sfregiamento del viso - circostanza che rende il reato di lesioni come gravissime - non va inteso nel solo senso naturalistico, ma va considerato anche l'effetto psicologico che la lesione comporta nella vittima.

Si prende in esame una recente sentenza (Corte di Cassazione, sez. V Penale, sentenza 18 aprile – 23 maggio 2016, n. 21394) realtiva al tema sopra emarginato.

Il fatto, in breve: con sentenza del 22/06/2015 la Corte d'appello di Messina confermava la decisione di primo grado che aveva condannato alla pena di sei anni e un mese di reclusione e al risarcimento dei danni K.K. S. ...

leggi tutto ›
 

23/05/16

Fitofarmaci: vaporizzato anticrittogamico nel frutteto, provoca lesioni – Cass. pen. 4339/16 – A.G.

La malattia cui fa riferimento il delitto di lesioni è una perturbazione funzionale di tipo dinamico che conduca alla guarigione o alla stabilizzazione in una nuova situazione di benessere fisico degradato o alla morte mentre non costituiscono malattia le alternazioni anatomiche cui non possa essere associata una riduzione della funzionalità.

...
leggi tutto ›
 

23/05/16

Falsi certificati medici e malattia retribuita: tentata truffa ai danni dello Stato – Cass. pen. 19479/16 – Annalisa Gasparre

L’imputato era un dipendente di una scuola e falsificava certificati medici onde ottenere giornate di malattia regolarmente retribuite. Condannato dai giudici per tentata truffa ai danni dello Stato, la presunta grossolanità dei falsi certificati è stata ritenuta ...

leggi tutto ›
 

20/05/16

Come approcciare la colpevolezza in ambito penale: il giudizio di rimproverabilità personale - Riccardo Mazzon

La colpevolezza in ambito penale coincide con l'attribuzione del fatto tipico (offensivo) ed obiettivamente antigiuridico al soggetto attraverso un giudizio normativo di rimproverabilità personale: qual'è il rapporto tra quest'ultima e la coscienza e volontà di cui all’art. 42, 1° co., c.p.?

 Perché un fatto tipico (offensivo: cfr., amplius, il volume: "Responsabilità e risarcimento del danno da circolazione stradale" - Riccardo Mazzon, Rimini 2014 -) ed obiettivamente antigiuridico possa dirsi completamente attribuito ad un soggetto, non ...

leggi tutto ›
 

20/05/16

Stalking: se il procedimento segue l’ammonimento del Questore - Cass. pen. 18473/16 – Annalisa Gasparre

L’imputato era stato condannato per stalking e violenza privata nei confronti della ex fidanzata. In realtà vi erano altre precedenti condanne per fatti analoghi.

...
leggi tutto ›
 

17/05/16

Maltrattamenti o abuso dei mezzi di correzione? – Cass. pen. 19852/16 – A.G.

Trattamenti lesivi dell’incolumità fisica di un minore o afflittivi della personalità costituiscono elemento materiale del reato di maltrattamenti anche se il minore è affidato all’agente per ragioni di educazione e/o istruzione e benché accompagnate dall’i ...

leggi tutto ›
 

15/05/16

Nascituri in vendita: corruzione o truffa? Dipende (anche) dalla “vittima” – Cass. pen. 19002/16 – Annalisa Gasparre

L’imputato era stato condannato per corruzione per atto contrario ai doveri d’uff ...

leggi tutto ›
 

15/05/16

Funghi di provenienza dubbia, ristoratore condannato per la sindrome di avvelenamento – Cass. pen. 19141/16 – A.G.

Il proprietario del ristorante, nonché chef dello stesso, acquistava merce da un fornitore diverso dal grossista autorizzato. Un’imprudenza costata cara: il ristoratore è stato condannato p ...

leggi tutto ›
 

13/05/16

Depenalizzazione e sostituzione sanzioni amministrative – Cass. pen. 19164/16 – A.G.

La guida senza patente è oggetto dell’intervento di depenalizzazione che ha trasformato la contravvenzione in illecito amm ...

leggi tutto ›
 

12/05/16

Scripta manent: commento offensivo a un articolo on line, inchiodato dall’indirizzo IP - Cass. pen. 8275/16 – A.G.

Il commento offensivo a un articolo on line definiva un soggetto nominato direttore artistico di un teatro come “psicopatico” e “drogato”.

...
leggi tutto ›
 

11/05/16

Continuazione dei reati: ludopatia è equivalente a tossicodipendenza? - Cass. pen. 18162/16 – Annalisa Gasparre

Un imputato affetto da ludopatia – certificata da perizia e certificazione sanitaria del SERT – chiedeva di ricevere lo stesso trattamento riservato ai tossicodipendenti, in punto applicazione della discipl ...

leggi tutto ›
 

10/05/16

Dopo un pignoramento cedere le quote sociali è atto di dolosa elusione - Cass. pen. 18437/16 – A.G.

L’amministratore di una società, per sottrarsi all’obbligo di provvedere al mantenimento della moglie separata e della figlia minore, cede quote sociali.

...

leggi tutto ›
 

09/05/16

Cinghiale con anello al naso per impedirgli di scavare: condannato il proprietario – Trib. Busto Arsizio, 396/16 – Annalisa Gasparre

Su questa Rivista, in data 24 agosto 2014, avevano già segnalato il caso (Decreto penale per oltre 11mila euro per il maltrattatore di animali), al quale rinviamo per i capi di imputazione.

La vicenda è proseguita perché vi è stata opposizione al decreto penale di condanna, sfociata, a seguito dell’instaurazione del contraddittorio e dello svolgimento del dibattimento, in una sentenza di condanna (Trib. Busto Arsizio, Giud. Valeria Recaneschi, 31.3.2016).

...
leggi tutto ›
 

08/05/16

Legittima difesa putativa: percezione errata ma basata su dati obiettivi – Cass. pen. 17121/16 - A.Gasparre

Un uomo, non accettando la fine della relazione con la compagna, si era recato presso l’abitazione dove si trovava temporaneamente la donna già maltrattata e costretta a prostituirsi. La minacciava di gravi ritorsioni nei confronti del figlio minore avuto da precedente matrimonio. Davanti all ...

leggi tutto ›
 

08/05/16

"Stalking e realizzazione di uno degli eventi" - Cass. Pen. 18556/16 - F.M. Bernicchi

La Cassazione analizza, per l'ennessima volta, il recente reato di atti persecutori (c.d. stalking). La norma chiede la realizzazione di 3 eventi, alternativi fra loro per la consumazione del reato. Nella fattispecie concreta la Corte Suprema è chiara: cambiare casa e tornare a vivere con i genitori integra l'evento del cambiamento di abitudine di vita - quella fattispecie maggiormente esistenziale che le Corti - recentemente - tendono a riconscere per detta fattispecie penale incriminatrice.

Si prende in esame una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (sez. V Penale, sentenza 18 dicembre 2015 – 4 maggio 2016 ...

leggi tutto ›
 

05/05/16

Indici di vulnerabilità ed estorsione – Cass. pen. 6569/16 – Annalisa Gasparre

Un uomo ha “convinto” una donna a consegnargli un’autovettura e una somma di 50 mila euro prospettandole, in caso contrario, conseguenze negative agite da alcuni zingari di sua conosce ...

leggi tutto ›
 

02/05/16

"Rapporto tra maltrattamenti in famiglia e stalkiing: la Cassazione chiarisce" - 17719/16 - F.M.Bernicchi

Si prende in esame una recentissima sentenza della Corte di Cassazione sez. II Penale, sentenza 21 – 29 aprile 2016, n. 17719 relativa al tema del rapporto tra il reato di maltrattamenti in famiglia e atti persecutori.

 

Il fatto, in breve: con sentenza in data 8.7.2014 il Tribunale di Paola dichiarò D.P. responsabile dei reati di cui agli artt.: 572 cod. pen. (capo A), 609 bis cod. pen., ritenuta la minore gravità, (capo B), 612 bis cod. pen. (capo C), 605 cod. pen. (capo D), 612 - 61 n. 2 cod. pen. (capi F, G, H) e 628 cod. pen. (capo I), unificati sotto il vincolo della continuazione e - esclusa la recidiv ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity