Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Diritto, procedura, esecuzione penale / reato

30/09/14

"GIOCO D'AZZARDO" Cass. pen. 37176/2014 - A.G.

I giudici hanno ritenuto i ricorrenti colpevoli gli imputati del reato di cui agli artt. 110, 718 e 719, n. 2, c.p. (esercizio di giuochi di azzardo), per aver, in concorso tra loro, tenuto ovvero agevolato il gioco d'azzardo mediante l'installazione di n. 2 videogiochi che proiettavano le immagini del poker, in violazione delle previsioni di legge e tali da realizzare gli estremi del gioco d'azzardo.

Secondo l'art. 718 c.p. è punito «chiunque in un luogo pubblico o aperto al pubblico, o in circoli privati di qualunque specie, tiene un giuoco d'azzardo o lo agevo ...

leggi tutto ›
 

30/09/14

"GUARDIA E 'LADRO': UN CARABINIERE NEI GUAI PER ESTORSIONE" - A.G.

Oggi si piange un Carabiniere morto in un incidente mentre inseguiva dei malviventi (il collega è in ospedale gravemente ferito) ma oggi si legge anche sulla cronaca locale (La Provincia Pavese) di un arresto di un appuntato dei Carabinieri accusato di estorsione.

Davvero una storia contorta nei suoi profili psicologici quella che esce dalle accusa provvisorie formulate dalla Procura della Repubblica al Carabiniere di Pavia. Accusato di tentata estorsione niente meno che ai danni di un imprenditore, amico di famiglia.

Per fortu ...

leggi tutto ›
 

30/09/14

"(L'ERBA DI) GRACE E' TRA NOI"- Cass. pen. 36412/2014 - Annalisa GASPARRE

Un film intitolato L'erba di Grace (2000) narrava la storia di una donna inglese di mezza età che per rimediare al deficit finanziario provocato dal marito, poi suicidatosi, insieme al fidato giardiniere iniziava la coltivazione in serra di piante di marijuana da vendere sul mercato londinese e pagare i debiti. A leggere la sentenza della Cassazione mi è tornato il mente questo film, da cui forse in tanti - a leggere di cronaca di polizia specie in estate - hanno preso spunto.

Infatti, nel caso giudicato una donna di mezza età, madre di un giovane, è stata impu ...

leggi tutto ›
 

30/09/14

"REATI MILITARI: BENE PROTETTO LA DISCIPLINA MILITARE" - Cass. pen. 33781/2014 - A.G.

La fattispecie di ingiuria ad inferiore richiede - come l'omonimo reato comune - il dolo generico che si realizza quando l'agente rivolga al destinatario (un militare di grado inferiore) una frase lesiva del decoro e dell'onore, senza che vi sia specifica volontà di offendere o umiliare.

Reato plurioffensivo, quello in parola mira a tutelare sia il patrimonio morale della persona sia il bene indisponibile della disciplina militare. Ad integrare la fattispecie contestata è sufficiente la cosciente volontà di pronunciare espressioni di univoco significato offensiv ...

leggi tutto ›
 

29/09/14

"ALCOOL E FARMACI: MIX PERICOLOSO" - Cass. pen. 36885/2014 - A.G.

Bere e mettersi alla guida è pericoloso. Ma quid iuris se l'alcool interagisce con i farmaci "aumentando" la concentrazione al di sopra della soglia del penalmente irrilevante?

Secondo i giudici di legittimità l'automobilista "deve evitare di assumere bevande alcoliche quando esse possono avere una pericolosa sinergia con eventuali farmaci assunti in modo concomitante" (Cass. pen. n. 36885/2014); in caso contrario è colpevole di mancanza di diligenza, con precipitato di condotta penalmente rilevante attesa la natura contravvenzionale del reato in parola ...

leggi tutto ›
 

27/09/14

"SENTENZA THYSSENKRUPP FRA DOLO EVENTUALE E COLPA COSCIENTE" - Cass. S.U., 38343/2014 - Luca CARBONI

Le Sezioni Unite della Cassazione hanno depositato il 18 settembre 2014 la sentenza del 24 aprile 2014, n. 38343, Pres. Santacroce, Rel. Blaiotta, ric. Espenhahn e a., relativa alla nota e dolorosa vicenda della ThyssenKrupp.

Si tratta di un provvedimento molto atteso dalla dottrina, in quanto esso avrebbe dovuto delineare - posto il contrasto sul punto fra il giudizio di prime cure e quello di appello - la differenza dommatica fra dolo eventuale e colpa cosciente: un tema classico del diritto penale, ma, al contempo e nel tempo, oggetto di plurime interpretazioni da parte della dottrina e della giurisprudenza.

...

leggi tutto ›
 

25/09/14

"ARTICOLO NON FIRMATO E RESPONSABILITA' DEL DIRETTORE" - CASS. PEN. 31813/2014 - F. LOMBARDI

Nota a Cassazione Penale, sez. V, 4 aprile 2014 - 18 luglio 2014, n. 31813

Presidente Dubolino, Relatore Caputo.

 

Un articolo, dal nome “Sporcizia, cibi avariati e irregolarità. Messi i sigilli a due ristoranti etnici”, veniva reputato dai giudici di merito lesivo della reputazione di Tizio, titolare di uno dei due ristoranti coinvolti nella vicenda. Ciò in quanto, pur essendo la notizia della chiusura vera con ...

leggi tutto ›
 

24/09/14

"ATTI SESSUALI CON MINORE: SE L'ADULTO E' CONDUCENTE DELLO SCUOLABUS" - Cass. pen. 37849/2014 - Annalisa GASPARRE

Il conducente di scuolabus è incaricato di pubblico servizio e gli alunni sono affidati alla sua vigilanza e custodia durante il trasporto. Qualora tale soggetto sia responsabile di reati di violenza sessuale o di atti sessuali con minorenne, i reati sono procedibili d'ufficio, per cui non è indispensabile la querela da parte della persona offesa.

Unico limite a tale disciplina è che gli atti siano compiuti nell'esercizio delle funzioni o comunque durante il periodo in cui il minore è affidato alla vigilanza e custodia del pubblico incaricato.

...
leggi tutto ›
 

24/09/14

"FARMACI VIETATI AI CONIGLI DI UN ALLEVAMENTO: CONDANNA PER L'ALLEVATORE" - Cass. pen. 38624/2014 - Annalisa GASPARRE

Nella vicenda in esame la Corte è entrata a giudicare le condizioni di un allevamento di conigli sotto il profilo delle sostanze somministrate a tali animali che erano destinati a finire in tavola, quindi, a divenire alimento.

Si accertava che agli animali erano stati somministrati farmaci vietati perchè dannosi per la salute umana e l'allevatore veniva condannato per corruzione ed adulterazione di sostanze alimentari e ricettazione. Pur conoscendo la provenienza illecita del farmaco, l'imputato l'aveva impiegato somministrandolo, senza alcun controllo o prescriz ...

leggi tutto ›
 

22/09/14

"ESERCIZIO ARBITRARIO DELLE PROPRIE RAGIONI O VIOLENZA PRIVATA?" - Cass. Pen. 38571/14 - F.M. BERNICCHI

Si prende in esame una recente sentenza della Corte di Cassazione (sez. V Penale, sentenza 21 maggio – 19 settembre 2014, n. 38571) relativa al reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni e del rapporto con l’articolo 610 c.p. che prevede la diversa fattispecie di violenza privata.

Il fatto, in breve: con sentenza del Dicembre 2012 la Corte di Appello di Bari riformava la sentenza emessa dal Giudice monocratico del Tribunale di Foggia, con la quale Tizio era stato dichiarato responsabile del delitto di cui all'art. 610 CP.

In particolare, Tizio aveva costretto Caio a consegnare dei documenti mediante m ...

leggi tutto ›
 

19/09/14

"ESTORCE DENARO ALLA NONNA MINACCIANDO DI FARE MALE AI CANI" - Cass. pen. 30227/2014 - Annalisa GASPARRE

L'antologia dei casi di maltrattamento animale e umano si arricchisce di un altro episodio accertato dalla magistratura nel mare magnum degli episodi che rimangono nascosti o non noti.

Tra le pieghe della sentenza di legittimità che si propone di seguito si legge la conferma di condanna per imputato di maltrattamento nei confronti della nonna e di animali (oltre che di estorsione anche attraverso minaccia di danno ai cani), ad ulteriore (tragica) constatazione che la volontà maltrattante e l'insensibilità verso il più debole è comune alle due situazioni, cambi ...

leggi tutto ›
 

18/09/14

"MALTRATTAMENTO ALUNNI: OBBLIGO DI VIGILANZA PER LA DIRETTRICE" - Cass. pen. 38060/2014 - A.G.

In un episodio di maltrattamento di bambini da parte di una maestra era stata coinvolta anche la direttrice della scuola nei cui confronti era stata emessa un'ordinanza di misura cautelare (arresti domiciliari, nello specifico). La direttrice era stata accusata di avere omesso di esercitare i poteri di vigilanza, controllo, segnalazione e denuncia, non impedendo i maltrattamenti realizzati, di fatto, dall'insegnante. I giudici di merito, a sostegno dell'ordinanza, avevano evidenziato le fonti normative che individuavano con precisione i doveri della direttrice. Inoltre, era stata prodotta, quale fonte ...

leggi tutto ›
 

18/09/14

"POSIZIONE DI GARANZIA PER IL PROPRIETARIO DI ANIMALE" - Trib. Busto Arsizio, GIP, 452/2014 - Annalisa GASPARRE

Hanno patteggiato davanti al GIP del Tribunale di Busto Arsizio gli imputati per maltrattamento di animali che, nella loro qualità di proprietari degli stessi e, dunque, di soggetti che vantano nei confronti degli animali una posizione di garanzia, detenevano numerosi animali in condizioni incompatibili con la loro natura e produttive di gravi sofferenze.

Per la prima volta, a quanto consta, un capo di imputazione è così esplicito nell'indicare che il proprietario di un animale riveste, nei confronti dello stesso, una posizione di garanzia, sebbene il principio ...

leggi tutto ›
 

18/09/14

"SALUTO FASCISTA IN PUBBLICO: E' REATO" - Cass. pen. 37577/2014 - A.G.

L'art 5 l. n. 645/1952 punisce manifestazioni tipiche del disciolto partito fascista, quando siano compiute durante eventi pubblici. Oggetto dell'incriminazione non è la manifestazione esteriore, bensì il suo venir in essere in condizioni di pubblicità tali da rappresentare un concreto tentativo di raccogliere adesioni ad un progetto di ricostituzione del disciolto partito fascista.

Nel caso in esame i giudici hanno condannato gli imputati per avere, durante un memoriale per le vittime delle foibe, urlato in coro «presenti» e nel fare il saluto romano.

...
leggi tutto ›
 

15/09/14

"AGENTE DI POLIZIA COLPEVOLE DI STALKING VERSO IL MARITO" - Cass. pen. 19545/2013 - Annalisa GASPARRE

Nel caso affrontato dalla sentenza si discute di un'imputazione complessa: molestie telefoniche continuate, percosse, minacce, violazione di domicilio, atti persecutori commessi dalla moglie nei confronti dell'ex marito. Lei è un'agente della Polizia di Stato, all'epoca dei fatti non legalmente separata dal coniuge.

La Cassazione ha confermato la condanna per tutti i reati evidenziando la complessiva condotta addebitata (minacce reiterate, intrusione nell'appartamento, pedinamenti, pendenza di un processo per tentato omicidio del marito).

...
leggi tutto ›
 

15/09/14

"VOGLIONO FARE I MILITARI MA SONO SOLO RAGAZZINI" - Cass. pen. 37565/2014 - Annalisa GASPARRE

C'era un tempo in cui i media parlavano spesso di nonnismo... oggi sembra dimenticato o scomparso ma non lo è. Ne è prova la sentenza della Cassazione, depositata in questi giorni, che, dobbiamo presumere, può costituire solo una delle occasioni in cui un giudice viene a conoscenza di simili fatti. Si tratta, come noto, di situazioni, così come quelle che sfociano nel bullismo o nel c.d. mobbing, che spesso sono tenute nascoste... quasi che colpevole o da biasimare sia la vittima...

Nel caso di specie il militare era stato sottoposto ad angherie da parte di du ...

leggi tutto ›
 

15/09/14

"RESPONSABILITA' DEL MEDICO IN EQUIPE" - Cass. pen. 4058/2014 - Annalisa GASPARRE

Con la sentenza in esame la Cassazione ha confermato un precetto fondamentale in tema di responsabilità medica, cioè quello che riguarda la posizione di "aiuto" di un medico, condizione che non lo esenta dall'obbligo di osservanza delle leges artis, nè deve tranquillizzarlo rispetto alle omissioni eventualmente realizzate da parte del capo equipe. La Corte ricorda che del decesso del paziente risponde ciascun componente del team che non osservi le regole di diligenza e perizia connesse alle mansioni svolte o che venga meno al dovere di conoscere e valutare le attività altrui, così da porvi eventu ...

leggi tutto ›
 

09/09/14

"QUATTRO CANI SEQUESTRATI PER MALTRATTAMENTO E NON SOLO" - GIP Varese, 2 agosto 2014 - Annalisa GASPARRE

Il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Varese Dott. Giuseppe Battarino ha disposto il sequestro preventivo di quattro cani e dei recinti-stabulari ove erano detenuti.

Il reato di maltrattamento di animali, ormai, non fa più clamore nè esprime grande curiosità nel lettore, da un lato già formato e informato, dall'altro un po' assuefatto a fatti riprovevoli che hanno per soggetto passivo esseri viventi incapaci di difendersi ("soggetti deboli" anch'essi).

A dieci anni dall'entrata in vigore della legge 189 del ...

leggi tutto ›
 

09/09/14

"DISTURBO ALLA QUIETE PUBBLICA E LOCALI NOTTURNI" - Cass. pen. 37196/2014 - A.G.

Indagati per il reato di cui all'art. 659 c.p. per aver disturbato il riposo delle persone i titolari di esercizi pubblici perchè in orario notturno avevano tenuto gli impianti di riproduzione della musica ad alto volume nonchè avevano tollerato gli schiamazzi dei clienti fuori dall'esercizio pubblico.

L'interesse tutelato dal legislatore con la previsione incriminatrice è quello della pubblica quiete, interesse che è leso se i rumori hanno una diffusività tale che l'evento sia idoneo (almeno potenzialmente) ad essere sentito da un numero indeterminato di pers ...

leggi tutto ›
 

07/09/14

"UN CASO PARTICOLARE DI EVASIONE DAI DOMICILIARI" - Cass. Pen. 36123/2014 - F.M. BERNICCHI

Si prende in esame una recente sentenza della Corte di Cassazione (sez. VI Penale, sentenza 13 maggio – 25 agosto 2014, n. 36123) relativa al tema del reato di cui all'articolo 385 c.p. - evasione - e i suoi requisiti per la consumazione dello stesso.

Il fatto, in breve: la Corte d'appello di Napoli, in data 7-5-12, confermava la sentenza di condanna emessa in primo grado, in ordine al delitto di cui all'art. 385 cod. pen. ribadendo la penale responsabilità di Tizia.

La ricorrente deduceva violazione di legge e vizio di motivazione asserendo che ella era stata costretta ad allontanarsi, per pochi attimi, dall'a ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity