Articoli, saggi, Generalità, varie -  Cendon Paolo - 2016-06-09

Amministrazione di Sostegno, Linee Guida – Paolo Cendon

Dopo l"incontro Osservatorio/Regione Veneta del 7 giugno 2016, a Palazzo Balbi, Venezia, mi pare  utile sottolineare quanto segue:


1. Compiti  basilari dell"Osservatorio

In ambito specifico di AdS (Amministrazione di Sostegno) ritengo che l"operazione dell"  "Osservare" -  tenuto conto della  situazione di serio  ritardo  (quasi sempre riconosciuto, più o meno malinconicamente,  dagli stessi  protagonisti locali)   che contraddistingue ancora la realtà concreta di  tantissime zone del nostro paese, non solo al sud -  significhi essenzialmente due cose:

(a) studiare, accertare, ricostruire  bene le soluzioni generali, le prassi consolidate, le linee gestionali migliori che derivano, nell"interpretazione della l. 6/2004, da una stretta osservanza allo spirito della nostra Costituzione e della Convenzione Onu sulla disabilità, nonché delle leggi più avanzate di settore, secondo quanto è venuto affermandosi  - in dodici anni di vigenza della novella del 2004 -  presso la  Cassazione, in  Dottrina,  nei Tribunali più attenti (ad es. Genova, Modena, Cagliari, Roma, Milano, Trieste, Pordenone);

(b) fare in modo che questo corpo normativo/applicativo, di grande complessità, antropologica, civilistica, processuale, bioetica, venga conosciuto e possibilmente osservato man mano, ad ogni livello di operatività tecnica, istituzionale, sociale  (Utenti, Giudici tutelari, Got, Cancellieri, Assistenti sociali, Familiari, Amministratori di sostegno, Notai, Medici,  Psichiatri e Psicologi, Amministrazione pubblica, Terzo settore, etc.) in tutta l"Italia.

2. Linee Guida AdS

Al riscontro e all"elaborazione del corpo applicativo di cui sopra, stanno provvedendo le "Linee guida" sull"AdS, che sono in parte state messe a punto,  e vanno via via completandosi in questi mesi, grazie all"operato di circa una cinquantina-sessantina di giudici, avvocati, assistenti sociali, psicologi, di varie zone d"Italia.

Si tratta sino ad oggi – sottolineo - di circa 33-35 capitoli tematici, ciascuno organizzato con un gioco interno di domande/risposte, con una media di circa venti questione per capitolo, circa venti pagine per capitolo, per un totale di 600, 700  - sia questioni che pagine.

In particolare: funzioni dell"ads, giudice competente, destinatari dell"ads, ricorso e introduzione del procedimento, audizione del beneficiando e dei parenti, difesa tecnica, procedimento effettivo, decreto/i, notifiche, impugnazioni, presupposti per l"attivazione dell"ads, familiari (ruolo, poteri, rapporti con giudice e Ads), rilevanza del consenso del beneficiario, scelta dell'Amministratore, equa indennita", compiti e poteri dell'Ads, responsabilita" dell"ads, beneficiario (poteri, limitazione della capacità di agire), interessi patrimoniali,  dopo di noi, trust, cura della persona, aspetti sanitari, scelte di fine vita, scelte residenziali, cessazione dell"admministrazione di sostegno, aspetti penali.

Ogni capitolo è stato affidato, per la redazione, a una squadra distinta di collaboratori.

Un"altra micro squadra provvede centralmente all"editing letterario e formale dei vari testi (lavoro estremamente laborioso e impegnativo).

Entro il settembre 2016 sarà cura del Coordinamento giungere a una versione "di accettabile livello tecnico-linguistico" dell"intero testo (non troppo ostico, equilibrato, armonioso, coerente, non ripetitivo), presentabile eventualmente alla Conferenza di Firenze.

https://www.ammsostegno-lineeguida.it/

3. Divulgazione, interattività, condivisione delle LG

Da agosto-settembre 2016 in poi verrà/andrebbe istituito un sito web apposito, ospitabile  formalmente entro ambiti istituzionali della Regione Veneto o dell"Osservatorio, curato, strutturato  e seguito dal Coordinamento stesso, in cui le LG saranno pubblicate-presentate a tutti gli interessati potenziali, in Italia, sollecitando suggerimenti, commenti, valutazioni,  modifiche.

A livello delle  singole questioni saranno introdotti, in calce,  momenti e riquadri tecnici-dialogici, di software,  tali da  consentire all"interattività di funzionare utilmente.

Attraverso  il filtro/ruolo di controllo  di uno o due operatori esperti, che seguiranno quotidianamente il sito, i singoli suggerimenti stessi, ove meritevoli di attenzione,  verranno convogliati   via via presso la squadra responsabile di quel certo capitolo, e ivi trasformati eventualmente in ritocchi  e integrazioni del testo base.

L"obiettivo di tutto ciò  è di vario genere:

(a) informare "gli italiani" su ciò che è/deve essere  effettivamente (e che non è/non deve essere)  l" AdS-Italia-2016 e sul come occorre in concreto  applicarla;

(b) migliorare,   grazie ai suggerimenti di base,  meritevoli di ascolto, il testo specifico delle LG;

(c) far sentire tutti  quanti (lettori e utenti  del nostro paese) protagonisti, attivi, partecipi, in qualche modo, corresponsabili dell"impresa in questione;

(d) favorire l"effettiva applicazione  capillare delle LG in Italia, città per città, lungi  dai fai-da-te spesso imperanti localmente (attenzione! si tratta di diritto civile, uguale per tutti i cittadini).

4. Formazione nel territorio, informazione dal vivo

Anche le iniziative culturali-divulgative dal vivo,  relative all"AdS,   andranno, ad avviso di chi scrive,  immaginate e organizzate in stretta coerenza agli obiettivi di cui sopra.

Nei vari pomeriggi di studio, di seminario, di ilustrazione, che si potrebbero organizzare prossimamente  in Italia, quanto meno nelle Regioni che hanno aderito fin qui  al progetto,  un  20-25% di spazio potrà riservarsi all"ascolto-riscontro della  situazione locale (Tribunali, Sportelli eventuali, Volontariato), il restante 70% ai predetti obiettivi, ossia: (a) informare i presenti  su ciò che è/dev"essere effettivamente l" AdS-Italia-2016 e sul modo in cui occorre in concreto applicarla; (b)   migliorare eventualmente,   grazie ai suggerimenti e consigli, espressi via via in sala, il testo base delle LG:   (c) dare a a tutti i convegnisti  che ascoltano la sensazione di essere  protagonisti, compartecipi, corresponsabili; (c) favorire in quel certo territorio, a livello di law in action, l"effettiva e corretta applicazione delle LG.

5. Statistica, monitoraggi, realtà locali

Suggerirei di distinguere attentamente fra (x) obiettivi realisticamente raggiungibili-perseguibili  e (y) obiettivi al di sopra delle nostre possibilità.

(x) si tratta qui dei dati, essenzialmente numerici,  che potranno fornire, senza troppo sforzo, le Cancellerie dei nostri Tribunali, soprattutto con riferimento al numero delle AdS in corso, a quello delle interdizioni e delle inabilitazioni, alle progressioni numeriche nel tempo, alle revoche e cessazioni, al numero dei GT, dei GOT,  dei cancellieri, e così via;

(y) molto meno semplice mi parrrebbe cercare di sapere-organizzare statisticamente tutto ciò che implichi un esame minuzioso del contenuto dei singoli decreti giudiziali (credo oltre 150.000 oggi); ad es. tipologia dei beneficiari e delle difficoltà di base, tipi di amministratori nominati, scelte concrete del GT, eventuali incapacitazioni e di che ampiezza, proporzioni nel ricorso a  rappresentanze o ad assistenze,  modifiche nel corso del tempo.

Venezia-Trieste 9 giugno 2016 -  Paolo Cendon



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati