Changing Society, Persone con disabilità -  Redazione P&D - 2016-02-09

Ancora sulla morte di Roberto Guerri a Firenze - Claudio Roberti

Cenno contestuale di spazio-

In riferimento al dato nazionale relativo ai soli primi otto mesi del 2015, l"ISTAT descriveun"impennata di decessi del 11.3% riferibile ad ogni classe di età e ciò vuol dire che in terminiassoluti sono morte "improvvisamente" oltre 67mila persone. In termini di serie storiche perconstatare impennate analoghe si deve risalire alle due guerre mondiali. Rispetto alle cause, almomento, si deve ragionare in termini ipotetico deduttivi (abduzione) e pertanto, contemplando unaserie di variabili quali: l"inquinamento urbano e rurale da polveri sottili e le varie politiche vacuee palliative che li riguardano, i tagli reiteratamente strategici ad induzione UE-CE a danno deicomparti sanitari e sociali del welfare state, incluso a mezzo dell" artifizio ISEE, un espedienteprettamente ideologico per vincolare al "reddito-ricchezza" i Diritti Umani, quelli Soggettivi, aliasdi Cittadinanza, nonché Inviolabili. Ossia i Diritti SOSTANZIALI. Inoltre, ivi riducendo i nonautosufficienti dalla povertà relativa a quella assoluta, con tutti gli aggravi, squilibri e i dannisistematici sulla persona,nonché di riflesso verso il sistema paese. In tutti i casi siamo sul crinaletra il sociale, il sanitario e viceversa, esasperando pregresse asimmetrie italiane. In ogni caso,malgrado i grandi ordini causali sopra addotti siano distinti, questo non preclude che si stratifichino,come avviene per ogni fenomeno sociologico e demografico complesso. In altre parole piùsemplici, anche due o più cose diverse possono sommarsi, interagire,andare oltre, fare tendenza edanni, anche molto specifici, ossia oltre la loro semplice somma aritmetica. Infatti, trattando difenomeni statistici da grandi numeri, per ragioni di inferenza statistica, tutto ciò, in qualche modoe/o forma attiene anche agli oltre 4 milioni di persone corrispondenti alla popolazione italiana condisabilità, ossia circa il 5% del totale. Ecco che da tale macro contesto emerge la morte in solitudinedi Roberto Guerri, avvenuta alla fine dell"anno 2015 presso la sua abitazione in Firenze.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati