Legislazione e Giurisprudenza, Licenziamento -  Cardani Valentina - 2014-06-17

ANNI DI ONORATO SERVIZIO NON BASTANO AD EVITARE IL LICENZIAMENTO - Cass., Sez. Lavoro, 12806/14 – V. CARDANI

Anni di onorato servizio, senza insubordinazione alcuna, ma non è sufficiente: è legittimo il licenziamento disciplinare intimato alla lavoratrice.

Questo quanto affermato nella pronuncia in oggetto, la quale prende le mosse dalla vicenda di una lavoratrice – educatrice della prima infanzia presso una scuola comunale – ligia al dovere per più di 30 anni, che tuttavia, pur essendosi vista rigettare la richiesta di un periodo di ferie decideva deliberatamente di assentarsi da lavoro.

Il Comune, datore di lavoro, non solo rigettava la richiesta di ferie, ma impartiva altresì un ordine di servizio a prestare assistenza allo svolgimento di attività extrascolastiche.

La lavoratrice non si presentava e il Comune datore di lavoro procedeva al licenziamento.

Reazione vessatoria ed eccessiva del datore di lavoro?

No, secondo la Suprema Corte, che ha rilevato che l"insubordinazione della dipendente fosse tale da far venir meno il necessario vincolo fiduciario tra le parti (poco importa se al punto di qualificare il licenziamento come "per giusta causa" o "per giustificato motivo soggettivo") e che la sanzione estrema del licenziamento fosse proporzionata rispetto alla condotta: ed infatti, sebbene la lavoratrice avesse sempre mantenuto una condotto impeccabile a lavoro, l"atteggiamento tenuto nell"occorso, se tollerato, avrebbe potuto assurgere a "modello diseducativo e disincentivante" nel contesto lavorativo.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati