Amministrazione di sostegno - Beneficiario, poteri, diritti -  Redazione P&D - 14/02/2018

Circa l’impossibilità di prestare giuramento per la cittadinanza da parte del beneficiario di Ads - Tribunale di Modena 13.2.2018

Si pone in allegato una recente pronuncia in tema di impossibilità di prestare giuramento per l’acquisizione della cittadinanza da parte di soggetto beneficiario di amministrazione di sostegno.

L’estensore del provvedimento è, peraltro, il medesimo che ha sollevato la relativa questione innanzi alla Corte Costituzionale, la quale, con decisione depositata nel dicembre ultimo scorso (n. 258/17), si è pronunciata dichiarando l’incostituzionalità della disposizione censurata, nella parte in cui non esonerava dal giuramento il disabile incapace di soddisfare tale adempimento “in ragione di una grave e accertata condizione di disabilità”.

In relazione a quanto premesso, in particolare, nel decreto si prende atto della dichiarazione di incostituzionalità dell’art. 10 della legge n. 91 del 1992 la quale “impinge”, d’altra parte, unicamente il disabile che, in ragione della grave ed accertata condizione di disabilità, non è in grado di soddisfare tale adempimento.

Si rileva, per tale via, che l’esenzione dal giuramento non sia automatica ma richieda una previa valutazione da parte di colui che è chiamato a decidere.

Nel caso di specie la persona interessata risulta esonerata dalla prestazione del giuramento di cittadinanza in ragione della grave ed accertata condizione di disabilità che la affligge.