Interessi protetti - Generalità, varie -  Riccardo Mazzon - 07/04/2020

Coronavirus e depressione: numeri per esser ottimisti circa il superamento a breve della crisi Covid-19

I bollettini di guerra giornalieri diramati dagli addetti/preposti; le bare in fila; i media in cerca della catastrofe/scoop: si è fatto di tutto per sconfiggere l'ottimsmo del Nostro Paolo (link) in un Suo primo, iconoclastico, profetico intervento.....

D'altra parte, si dirà, i numeri sono numeri.....

Però, mi è stato fatto notare, i numeri, di per sé, non dicono nulla, se non sono confrontati con altri, diversi numeri.......

Quanti sono, in effetti, 74.782 (dovrebbero essere i morti, ad oggi, nel mondo, per coronavirus)?

Tanti?

Pochi?

Non lo so, ma un interessante sito (link per l'aggiornamento dei numeri) propone i seguenti numeri (morti nel mondo dal primo gennaio ad oggi):

3.460.365 Morti per malattie infettive

2.026.113 Bambini fino a 5 anni morti

11.330.337 Aborti quest'anno

82.390 Madri morte durante il parto

41.694.209 Persone infette da HIV/AIDS

448.099 Morti causate da HIV/AIDS

2.189.211 Morti per cancro

261.461 Morti di malaria

5.249.079.120 Sigarette fumate oggi oggi

1.332.526 Morti causate dal fumo

666.684 Morti causate da alcool

285.842 Suicidi

$ 106.635.743.882 Soldi spesi in droga

359.824 Morti in incidenti stradali

Se ne deduce che il Nostro Paolo aveva ragione: il Coronavirus sarà, forse, distruttivo per le economie fragili e per le tasche dei poveri; per il resto, non sterminerà la razza umana più di quanto essa stessa non stia già facendo per altre, diverse vie........