Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Paolo Cendon - 04/04/2020

FAREI COSI’ ADESSO ...

===

  1. Spingerei i medici-ricercatori di tutto il mondo a concentrarsi sull’identificazione laboratoriale degli ANTICORPI contro il Corona Virus, quali sono presenti nei soggetti contagiati che in queste ultime settimane sono riusciti - beati loro - a guarire
  1. Consiglierei di destinare, in particolare, il massimo delle energie di laboratorio all’obiettivo per cui a tali anticorpi, proprio nel corpo di chi li ospita, venga conferito il potere di essere CONTAGIOSI
  1. Premerei onde far sì che tale contagiosità possa avvenire, in concreto, secondo le STESSE MODALITÀ con cui il Corona virus tenta oggi - ogni tanto purtroppo con successo - di contagiarci
  1. Per semplicità, e per evitare complicazioni applicative, insisterei sul fatto che la trasmissione degli anticorpi salvifici possa aver luogo tramite un semplice BACIO
  1. All’insegna del motto “Creature di tutto il mondo baciatevi” chiedere poi ai benemeriti portatori dei detti anticorpi di posizionarsi nei PUNTI STRATEGICI che il nostro Presidente del Consiglio, con l’aiuto dei Prefetti, vorrà indicarci CITTÀ PER CITTÀ >>> e quivi provvedere a baciare chiunque, documento sanitario alla mano, ne faccia richiesta
  1. Non so ancora se sia bene dotare le indicazioni di cui sopra - dal lato dei bisognosi di anticorpi, per quanto concerne il bacio da richiedere - del crisma dell’OBBLIGATORIETÀ (Una sorta di bacio t.s.o.)
  1. Non so ancora che PREMIO immaginare (forse non ce ne sarà bisogno) per i salvatori immuni pluri-baciatori
  1. Non so ancora se andrà prevista una sanzione per chi abusi della legge e richieda, anche se immune lui stesso, di essere baciato semplicemente PERCHÉ GLI PIACE

\\\\\

----