Responsabilità civile - Causalità -  Antonello Negro - 03/07/2020

Femminicidio e mancato sequestro del coltello – Cass., III Sez. Civ., 7760/20

Nel corso di una conflittuale separazione, una donna presentava denuncia contro il proprio marito il quale l’aveva piuttosto esplicitamente minacciata mostrando alla stessa un coltello.

La Procura della Repubblica non aveva effettuato, dopo reiterate denunce, una perquisizione volta alla ricerca del menzionato coltello.

Poco tempo dopo, il marito aveva affrontato la moglie sulla pubblica strada e l’aveva uccisa colpendola ripetutamente con la stessa arma non sequestrata.

Gli eredi della donna avevano, quindi, promosso un’azione ai sensi della l. 117/1988 (inerente la responsabilità civile dei magistrati) per la condotta omissiva della Procura della Repubblica che non aveva proceduto al sequestro.

Dopo varie vicissitudini processuali, la Corte di Appello aveva respinto la domanda degli eredi sostenendo che l’evento di danno si sarebbe comunque verificato (con un’altra simile arma che l’assassino avrebbe potuto procurarsi facilmente, anche acquistandola).

La Suprema Corte ha criticato tale ragionamento ed ha ribadito che, in tema di responsabilità civile, la verifica del nesso causale tra la condotta omissiva ed il fatto dannoso si sostanzia nell'accertamento della probabilità positiva o negativa del conseguimento del risultato idoneo ad evitare il rischio specifico di danno da compiersi mediante un giudizio controfattuale sulla scorta del (ormai noto) criterio del “più probabile che non”.

La Corte di Cassazione, quindi, ha precisato che il giudizio sul nesso causale, così come impostato dalla Corte di Appello, è in contrasto con le regole che governano l’accertamento del nesso eziologico ed ha cassato la sentenza con rinvio ad altra sezione della Corte di Appello.

Il ragionamento operato dalla Corte di Cassazione è puntuale e corretto, ma appare molto difficile affermare, nella fattispecie, che il sequestro dell’arma avrebbe potuto (sia secondo il criterio della probabilità pascaliana che secondo quello della probabilità baconiana) evitare l’omicidio.