Cultura, società  -  Redazione P&D  -  26/07/2021

Fratelli cattivi, può succedere

Ecco gli   eredi di una potente famiglia scozzese, in cui il primogenito, cattivo per eccellenza, avventuriero ingrato e dai tratti diabolici, tormenta a lungo il secondo, buono ma debole, sino a farlo impazzire e  a  indurlo a cercare di uccidere il  fratello (IL SIGNORE DI BALLANTRAE).

---

E ci sono i quattro fratelli che , sono pieni - tranne il più piccolo  - di odio vicendevole, tanto che uno di essi finirà per uccidere il padre, e gli altri non testimonieranno neppure a favore di  un altro di loro che  pure si sa innocente (I FRATELLI KARAMAZOV). 

----

Ci sono le sorelle che si rubano furbescamente l’amante,  l’una con l’altra (COSÌ FAN TUTTE).

----

E quelle, ormai anziane,  che si temono e  si odiano morbosamente, anche per effetto di una colpa lontana, che spinge l’una a cercare di uccidere l’altra (CHE FINE HA FATTO BABY JANE?).

---

E c’è  la famiglia in cui tutti si avversano e si combattono  a vicenda, fratelli compresi (RICCARDO III). 

---

C’è  il fratello ribaldo che,  legato a una giovane bellezza creola da folle passione, non sopporta che il proprio fratello cerchi di redimerla, e  finisce  per sparargli  con la rivoltella (DUELLO AL SOLE).

---

C’è quello, nobile scozzese,  che impedisce alla sorella di sposare l’uomo amato,  e la obbliga   invece ad unirsi a un altro uomo, ciò che condurrà lei dapprima alla follia, poi all’uxoricidio, infine alla morte (LUCIA DI LAMMERMOOR).

---

Quello che costringe la sventurata sorella a diventare l’amante di un uomo orribile (MANON LESCAUT).

---

E c’è  quello, schizoide e melomane,  il quale coltiva un rapporto confusamente amoroso con la sorella e  finirà per uccidere il fratello handicappato,  annegandolo  nella vasca da bagno (I PUGNI IN TASCA).