Cultura, società - Opinioni, ricerche -  Maria Rosa Pantè - 06/01/2019

Fuori stagione

Pur restando nell’ambito dell’orto, per iniziare un nuovo anno all’insegna della protesta, dell’azione non violenta a favore del cima, degli ultimi, delle donne, degli animali… degli alberi, per tutto questo perché sia non solo protesta a parole, ma azione, ecco che credo si debba essere sfasati, dissonanti rispetto ai valori (disvalori) che ahimè vanno per la maggiore e così ecco due poesie fuori tempo e ancora una volta l’esempio delle fragole.

L’orto di Natale

Ho raccolto l’insalata rubino,
il radicchio invernale.
Dita gelate di brina e farina
fredda sui cespi croccanti di gelo.
Il rosso radicchio cresce a dicembre,
Il rosso della festa
ne colora le foglie.
Fra le mie dita le luci brillanti,
annunciano il Natale.


Fragole aliene

Tremano le fragole nella mia
mano aperta, alla fine di novembre,
tremano le fragole e forse è solo
la mia mano in tensione.
Le sento palpitare
ma forse è solo il tremare del tunnel
carpale. Fragole pallide grosse
a chiazze rosse fragole che crescono
quasi per costrizione
(il caldo innaturale)
ma non maturano per protestare:
fragole disobbedienza civile.