Pubblica amministrazione - Pubblica amministrazione -  Alceste Santuari - 07/04/2018

Gare Consip: sì alla deroga – Cons. St. 1937/18

La Consip s.p.a. indiceva una procedura di gara aperta, suddivisa con criterio geografico in sei lotti, per l’affidamento di una Convenzione avente ad oggetto i servizi relativi alla gestione integrata della salute e sicurezza sui luoghi di lavoro presso le Pubbliche Amministrazioni. Successivamente alla stipula della convenzione tra Consip spa e RTI aggiudicataria, il Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo decideva di non aderire alla convenzione e manifestava l’intendimento di optare per un regime di proroga in favore del gestore uscente fino ad indizione di una nuova ed autonoma procedura di gara.

Il RTI impugnava la decisione del Ministero presso il Tar del Lazio, il quale, con sentenza II-quater, 4 settembre 2017, n. 9528, dichiarava inammissibile il ricorso ritenendo l’interesse del ricorrente ormai consumato. Il RTI ha proposto appello, lamentando che, attraverso l’indizione di un’autonoma procedura per l’acquisizione dei servizi per cui è causa, il MIBACT avrebbe realizzato una grave violazione degli obblighi sulla stessa ricadenti in tema di adesione al programma di razionalizzazione degli acquisti della P.A. centrale demandato alla Consip s.p.a.

Il Consiglio di Stato, V sez., con la sentenza 8 marzo 2018, n. 1937, ha statuito quanto segue:

-) è facoltà per le P.A. (comprese le amministrazioni statali centrali e periferiche) di attivare in concreto propri strumenti di negoziazione laddove tale opzione sia orientata a conseguire condizioni economiche più favorevoli rispetto a quelle fissate all’esito delle convenzioni-quadro;

-) è legittima l’indizione di procedure miranti a conseguire razionalizzazione di spesa e risparmi maggiori rispetto a quelli conseguibili con l’adesione al programma di razionalizzazione di cui richiamato articolo 26.

Quando dunque risulta adeguatamente dimostrata la maggiore convenienza connessa alla scelta della P.A. di approvvigionarsi in modo autonomo dei servizi, ai sensi dell’art. 1 del decreto-legge n. 95 del 2012, la medesima amministrazione può derogare agli acquisti attraverso la piattaforma di Consip spa.