Cultura, società - Generalità, varie -  Conzutti Mirijam - 29/01/2015

I MISTERI SVELATI, SONO SEMPRE VERITA' BANALI - Francesco CARINGELLA

"Non sono un assassino"

In un freddo mattino d"autunno, una scena raccapricciante si materializza davanti agli occhi della domestica del giudice Giovanni Mastropaolo: l"uomo giace riverso sulla scrivania del suo studio.

Nessun testimone.

Un delitto senza un colpevole

Un poliziotto accusato ingiustamente

Un thriller psicologico che descrive un incubo giudiziario vissuto da parte della vittima.

La verità che si scontra con la menzogna.

" Il grande cancello verde cupo che si chiudeva alle mie spalle emise un cigolio sinistro. Erano le note della marcia funebre che salutava la mia prima morte. Davanti a me la mia nuova casa, un enorme cubo gricio di cemento. Ero un carcerato. Un poliziotto dietro le sbarre".

"Cerca le prove invece di inseguire le convinzioni"

"Cremaschi possedeva la dote principale del magistrato: la curiosità, la voglia di conoscere i fatti e gli uomini che ne erano stati protagonisti. Come ogni giudice cercava di essere alieno da pregiudizi e da convinizioni. Iniziava un processo pronto ad accogliere qualsiasi verità. Aveva il coraggio di condannare ma anche quello, più raro, di assolvere."

"Giudici, l'umiltà è il prezzo che dovete pagare all'enorme potere che avete" Calamandrei.

"I misteri svelati sono sempre verità banali"

"Nell'assistere a deposizioni false che contraddicevano i fatti accertati nel corso delle indagini, avevo compreso che tutti gli attori di quella particolarissima commedia mentono perchè desiderano essere creduti e pensano che la menzogna sia più seducente della verità. Mentono perchè la verità non sembra mai vera, perchè la verità deve essere mescolata con un po' di menzogna per risultare verosimile, perchè la verità deve essere esagerata per risultare credibile, perchè ci sono poche ragioni per dire la verità, mentre ce ne sono di infinite per raccontare una bugia, perchè ogni uomo ha troppe cose di cui vergognarsi, perchè a ognuno piace raccontare quello che l'ascoltatore desidera sentire"

"Nel corso di un processo intere vite sono riassunte in poche ore e in poche righe"

" Era un testimone vero che aveva detto il falso o uno falso che aveva detto il vero?"

( tratto dal romanzo "Non sono un assassino")

 



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di febbraio 2020 Persona & Danno è stato visitato da oltre 390.000 utenti unici.

Cerca sul sito