Pubblica amministrazione - Pubblica amministrazione -  Alceste Santuari - 21/04/2020

In house: responsabilità erariale degli organi sociali – Cass. 7824/20

Il d. lgs. n. 175/2016 non ha completamente escluso la giurisdizione della magistratura contabile nel caso delle società pubbliche: la Corte dei conti si esprime quando si tratta di società in house.

Il modello in house ricorre quando sussistono tutti i seguenti requisiti:

  1. capitale interamente pubblico (con divieto di apertura all'ingresso di capitali privati)
  2. obbligo di svolgere la prevalente attività in favore dei soci
  3. soggezione al controllo dei soci analogo a quello esercitato dagli enti pubblici sui propri uffici

L’ordinanza della Corte di Cassazione, SS.UU. 14 aprile 2020, n. 7824 ha ribadito che:

-) la verifica della ricorrenza dei requisiti propri della società in house, i quali costituiscono il presupposto della giurisdizione della Corte dei Conti sull'azione di responsabilità esercitata nei confronti degli organi sociali per i danni da essi cagionali al patrimonio della società, deve compiersi con riguardo alle norme ed alle previsioni statutarie vigenti alla data del fatto illecito;

-) la cognizione in ordine all'azione di responsabilità promossa nei confronti degli organi di gestione e di controllo di società di capitali partecipate da enti pubblici spetta alla Corte dei Conti solo nel caso in cui tali società abbiano, al momento delle condotte ritenute illecite, tutti i requisiti per essere definite in house providing;

-) anche se l'ente privato societario rimane pur sempre centro di imputazione di rapporti e posizioni giuridiche soggettivi diverso dall'ente partecipante, nei rapporti interni ed esterni devono essere resi manifesti il carattere istituzionalmente servente della società in house e la sua fisionomia di mera articolazione della P.A. da cui promana, in contrapposizione a quella di soggetto giuridico esterno e autonomo dalla P.A.

Per verificare la rispondenza di una società al modello in house providing occorre dunque fare riferimento alle previsioni statutarie.

La decisione de qua conferma il trend giurisprudenziale sul tema, riconoscendo al d. lgs. n. 175/2016 una portata generale per quanto riguarda le società a partecipazione pubblica, distinguendo tra le stesse quelle “in house providing”. Queste ultime hanno caratteristiche, aspetti, governance e legami con le P.A. socie uniche e controllanti che le qualificano come fattispecie singola cui l’ordinamento giuridico ricollega (anche) una specifica responsabilità (erariale).