-  Costa Elisabetta  -  17/04/2013

INCIDENTE SUL LAVORO E NOZIONE DI STRADA APERTA AL PUBBLICO – Cass. 8086/2013 – Elisabetta COSTA

Con la sentenza n. 8086/2013, la Corte di Cassazione è intervenuta chiarendo l"ambito di applicazione dell"art. 2054 c.c. in tema di circolazione di veicoli.

Nel caso in esame, i familiari di un operai rimasto schiacciato da una motopala durante l"esecuzione dei lavori di allargamento di una strada, convenivano in giudizio il manovratore del mezzo, la società incaricata a svolgere i lavori e l"assicurazione di quest"ultima.

In primo grado, il tribunale di Lecce accoglieva le domande attoree e condannava in solido i convenuti al pagamento dei danni in favore dei familiari della vittima. Inoltre, veniva accolta la domanda di rivalsa dell"Inail, che aveva corrisposto agli eredi la somma di €140.000.000,00 a titolo d"indennizzo per l"infortunio sul lavoro.

In appello veniva respinta la domanda risarcitoria proposta nei confronti dell"appaltatrice e venivano ridotte le somme che l"operaio addetto al manovramento della motopala era stato condannato a pagare ai familiari della vittima.

Contro la sentenza della corte d"appello di Lecce ricorrevano gli eredi della vittima, denunciando la violazione e falsa applicazione dell"art. 2054 c.c. (nonché degli artt. 1 e 18 della legge n. 990/1969 e dell"art. 2 del D.P.R. 973/1970) e l"omessa, insufficiente e contradditoria motivazione circa un punto decisivo della controversia.

L"art. 2054, 1° comma c.c., stabilisce: "Il conducente di un veicolo senza guida di rotaie è obbligato a risarcire il danno prodotto a persone o a cose dalla circolazione del veicolo, se non prova di aver fatto tutto il possibile per evitare il danno".

 

{module IscrizionePeD |none}

 

La corte d"appello di Lecce si è fatta portatrice di un"interpretazione restrittiva dell"ambito di applicazione dell"art. 2054 c.c., motivando questa scelta sul presupposto che la motopala si trovava su una strada aperta al pubblico per una causa specifica (il lavoro di ampliamento della carreggiata stradale) e non perché stesse percorrendo quel tratto di strada o vi stesse sostando.

Tale circostanza contrasta con gli orientamenti giurisprudenziali della Corte di Cassazione, secondo cui sono irrilevanti la natura e lo scopo del movimento del veicolo, rilevando esclusivamente la presenza dello stesso su una strada soggetta ad uso pubblico.

I criteri decisivi per individuare l'ambito di applicazione dell'art. 2054 c.c. consistono nell'apertura o meno dell'area stessa all'uso pubblico, in termini tali per cui risulti ordinariamente adibita al traffico veicolare.

Ogniqualvolta l'area, ancorché di proprietà privata, sia aperta ad un numero indeterminato di persone alle quali sia data la possibilità di accedervi, e ciò comporti la normale circolazione di veicoli al suo interno, sono da ritenere applicabili sia le norme del codice della strada sia l'art. 2054 c.c. (Cass. n. 11665/2012).

La circostanza che accedano soggetti che perseguono peculiari finalità non consente di escludere che vi sia l'uso pubblico, pertanto appare privo di fondamento l"orientamento intrapreso nel caso di specie dalla corte d"appello di Lecce.

Con il secondo motivo del ricorso, gli eredi della vittima denunciavano anche la violazione degli artt. 651 c.p.p. e 2054 c.c. con riferimento all"art. 360, n. 3, c.p.c.

La condanna in sede penale del conducente della motopala non costituisce un elemento ostativo al riesame della condotta della vittima finalizzata all"accertamento di un possibile concorso di colpa della stessa.

In giurisprudenza è consolidato l"orientamento secondo cui il mancato esame, nel corso del giudizio penale, del possibile concorso di colpa del danneggiato non impedisce al giudice civile un"autonoma valutazione dei fatti.

Con la sentenza in esame la Corte di Cassazione ha chiarito il significato, nonché l"ambito di applicazione dell"art. 2054 c.c., rimarcando come, ai fini dell"applicazione della norma, rilevi esclusivamente la nozione di "strada soggetta ad uso pubblico" e non la specifica finalità per cui il mezzo si trova su un determinato tratto di strada.




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di Marzo 2022, Persona&Danno ha servito oltre 214.000 pagine.

Libri

Convegni

Video & Film