Interessi protetti - Generalità, varie -  Redazione P&D - 13/05/2020

Lettera ai soci di Aurelio Gentili - Associazione Civilisti Italiani

Cari Colleghi e Amici, 

sono pervenuti numerosi contributi che hanno permesso un ripensamento ed un affinamento della bozza di documento da ultimo sottopostavi. Con l’aiuto degli Amici che come vi avevo indicato già si erano adoperati per la redazione, sono perciò state apportate correzioni e modifiche. 

In sintesi: 

- È risultato evidente che ad oggi non esiste ancora una posizione condivisa su quale dovrebbe essere il testo di una disposizione generale codicistica sulla rinegoziazione. Si è perciò ritenuto di stralciarla, anche perché non necessaria e comunque oggi non d’attualità, limitandosi ad indicare le poche linee-guida già ferme. 

- È invece risultata largamente condivisa la bozza di disposizione sulla rinegoziazione dei contratti nell’emergenza, ma vi sono stati inseriti i numerosi perfezionamenti che i contributi pervenuti giustamente consigliavano. 

- Non sono state richieste, e quindi non sono risultate necessarie, modifiche per la parte afferente alla responsabilità sanitaria. 

- In generale il testo ha subito una limatura stilistica per renderlo più snello e leggibile. 

Vi accludo quindi quella che ormai è la stesura finale ed esprime la nostra posizione comune. Non escludo che si potesse fare ancora meglio ma occorre realisticamente considerare le difficoltà frapposte dal numero e accresciute dalla distanza. Provvederò appena possibile ad indirizzare il testo alla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Quale che sia l’attenzione che riceverà noi avremo dato il nostro contributo. 

E permettetemi di esprimere un certo orgoglio per aver la nostra associazione, unica in questo, dimostrato di saper rendersi utile anche in circostanze improvvide, e di farsi interprete nel suo campo di esigenze diffuse ma finora disattese. 

Ringrazio con particolare sentimento di gratitudine tutti coloro che hanno reso possibile questo risultato. 

Un amichevole saluto.