Famiglia, relazioni affettive - Generalità, varie -  Mazzotta Valeria - 30/01/2016

NONNI E NIPOTI: FREQUENTAZIONE FONDAMENTALE - Corte d'App. Venezia 24/12/2015 - V. MAZZOTTA

Il rapporto tra i nonni e i nipoti

Non esiste un diritto di visita dei nonni, ma il rapporto con gli ascendenti va alimentato nell'interesse anche di una crescita equilibrata del minore.

 

 

E" linea con la recente sentenza n. 752 del 19.01.2015 della Cassazione questo provvedimento della Corte d"Appello di Venezia, che pur riconoscendo il diritto dei minori di conservare rapporti significativi con i nonni, ha ribadito che questi ultimi  non hanno un autonomo diritto di visita ai nipoti. Tuttavia, viene dato rilievo alla relazione parentale, con un provvedimento che dispone il ripristino degli incontri per agevolare l"instaurazione di un legame anche con gli ascendenti.

L"istanza dei nonni si fonda sul novello art. 317 bis c.c. che attribuisce agli ascendenti ai quali tale diritto sia negato la possibilità di ricorrere al giudice del luogo di residenza abituale del minore affinchè siano adottati i provvedimenti più idonei nell'esclusivo interesse del minore.

Il Giudice adito, nel caso di specie, aveva rigettato il ricorso dei nonni ai quali veniva impedito di avere un rapporto con i nipoti e la Corte, pur ribadendo l"inesistenza nel nostro sistema giuridico di un vero e proprio diritto di visita in capo agli ascendenti, riconosce e ribadisce che nella vita e nell"educazione dei minori riveste anche la frequentazione dei nonni, quali membri della famiglia in senso allargato, e nell"ottica di una serena ed equilibrata crescita dei nipoti. Motivi di contrasto tra le famiglie non sono motivo per escludere gli ascendenti dalla vita dei bambini, anzi, è compito dei genitori, nell"interesse dei figli, cercare di eliminare o almeno attenuare acredini e diatribe.

Ai servizi sociali viene quindi affidato il compito di organizzare un primo incontro tra i nonni e i nipoti in ambiente idoneo e protetto e alla presenza dei genitori e, in caso di esito positivo, prevederne altri anche per cercare di ristabilire un rapporto triangolare tra nipoti, i loro genitori e gli ascendenti.

Il legame con la famiglia d"origine apporta al bambino, futuro adulto, un bagaglio culturale e di esperienza fondamentale che, salvo in casi eccezionali, va alimentato e rinforzato per la formazione di una personalità equilibrata.