Assicurazioni - Vita -  Tencati Adolfo - 06/09/2015

POLIZZE VITA E PATTUIZIONI ABUSIVE - Adolfo TENCATI

1.1. Protezione del consumatore ed "Autorità di regolazione"

Nella sent. 20-8-2015, n. 17024, attualmente esaminata, la S.C. analizza i rapporti tra la Compagnia assicuratrice ed i contraenti di assicurazioni sulla vita, regolate da condizioni generali di contratto, oppure concluse sottoscrivendo moduli o formulari predisposti dalla Compagnia stessa. La materia è prevalentemente disciplinata dal codice del consumo (d.lg. 6-9-2005, n. 206).

Tra i numerosi aggiornamenti subiti dal predetto codice è particolarmente significativo – perché gli restituisce la "linfa vitale", sottratta da altri provvedimenti a tutela del consumatore –, quello ex art. 5, 1º co., d.l. 24-1-2012, n. 1, conv. con modificazioni in l. 24-3-2012, n. 27. La norma introduce nel codice del consumo l"art. 37-bis, recante la "tutela amministrativa" del consumatore contro le clausole vessatorie (altrimenti detti abusive). Ciascun consumatore può infatti denunciare all"Autorità garante della concorrenza e del mercato (AGCM) la presunta vessatorietà delle clausole contenute in contratti stipulati con il professionista, oppure recate da moduli, modelli o formulari.