Interessi protetti - Beni, diritti reali -  Redazione P&D - 20/05/2019

Rapporti di vicinato: modificazione, sopraelevazione, demolizione e conseguente ricostruzione di un immobile - RM

Premessi i concetti, fondamentali per l’applicazione dell’articolo 873 del codice civile, di “costruzione” e di “fondi finitimi”, nonché (premessi pure) carattere privato (e, conseguentemente, pienamente derogabile) e modalità di calcolo delle distanze imposte dal codice civile, necessita esaminare se ed in che modo particolari fattispecie concrete, quali la ricostruzione conseguente a demolizione, la modificazione, o anche la sopraelevazione di un immobile, siano sussunte dalla giurisprudenza nella fattispecie astratta descritta dall’articolo 873 medesimo, specie dopo l’intervento del legislatore tramite l’articolo 3 del T.U. dell’Edilizia, così modificato: dall'art. 1, comma 1, lett. a), D.Lgs. 27 dicembre 2002, n. 301 e, successivamente, dall’ art. 30, comma 1, lett. a), D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla L. 9 agosto 2013, n. 98 (per l’applicazione di tale ultima disposizione vedi il comma 6 dell’ art. 30 del medesimo D.L. n. 69/2013); dall’ art. 41, comma 4, D.L. 21 giugno 2013, n. 69, convertito, con modificazioni, dalla L. 9 agosto 2013, n. 98, dall'art. 10-ter, comma 1, D.L. 28 marzo 2014, n. 47, convertito, con modificazioni, dalla L. 23 maggio 2014, n. 80 e, successivamente, dall’ art. 52, comma 2, L. 28 dicembre 2015, n. 221 (peraltro, la Corte costituzionale, con sentenza 9 giugno-24 luglio 2015, n. 189 - Gazz. Uff. 29 luglio 2015, n. 30 – Prima serie speciale -, ha dichiarato, tra l’altro, l’illegittimità costituzionale del citato art. 41, comma 4, D.L. n. 69/2013); dall’ art. 17, comma 1, lett. a), nn. 1) e 2), D.L. 12 settembre 2014, n. 133, convertito, con modificazioni, dalla L. 11 novembre 2014, n. 164.

L’intervento del legislatore, in effetti, pur in materia affine ma diversa (amministrativa) da quella trattata dall’articolo 873 del codice civile (diritti dei privati), pone un solido tassello senz'altro utile al fine di agevolmente individuare il discrimen tra “modificazione” e “mera ricostruzione” effettuata a seguito di demolizione - si veda, per un approfondimento, anche in relazione alla giurisprudenza qui citata, la terza edizione del trattato Riccardo Mazzon, "Rapporti di vicinato", Cedam 2018 -.