Responsabilità civile - Responsabilità oggettiva, semioggettiva -  Redazione P&D - 05/04/2019

Responsabilità civile da attività pericolose: danni causati da sbalzi di corrente elettrica - G.G.

Nell’ambito delle analisi compiute sulla casistica di cui all’oggetto ed in relazione alla intrinseca pericolosità riferita all’attività di somministrazione di energia elettrica, l’utente che subisce danni in conseguenza degli sbalzi di tensione assume un diritto al risarcimento dei danni dalla  società erogatrice di energia elettrica che risponde infatti a titolo di responsabilità per attività pericolosa dei danni subiti dagli utenti a causa degli sbalzi di corrente (Cass. Civ. sez. III, n° 11193 del 15.05.2007).
D’altronde e qualora la società elettrica non dimostri che l’evento sia stato determinato da un fatto imprevedibile e inevitabile risponde civilmente secondo la fattispecie ipotizzata nell’art. 2050 c.c.. Tale di certo non può essere, ad esempio, un temporale anche se di intensità superiore alla media.  Gli eventi atmosferici infatti non sono circostanze imprevedibili e il gestore della rete deve mettere in sicurezza gli impianti soggetti alla propria custodia.