Varie - Varie -  Redazione P&D - 03/07/2020

Risarcimento danni – ultime dai nostri giudici

\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\\

 

IL DANNO DA PERDITA DELLA VITA NON È RISARCIBILE

La giurisprudenza ha escluso la risarcibilità del c.d. “danno da perdita della vita”. La morte di una persona infatti può costituire un danno non patrimoniale per chi le sopravvive ma non per chi viene a mancare.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13261/20; depositata il 1° luglio)

-------

PEDONE INVESTITO: IL SOLO ESAME OBIETTIVO NON BASTA PER NEGARE IL RISARCIMENTO PER I POSTUMI PERMANENTI

In tema di risarcimento del danno al pedone investito, il ristoro per i postumi permanenti non può essere negato sulla sola base delle risultanze dell’esame obiettivo.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13292/20; depositata il 1° luglio)

-----

CONFERMATO IL DANNO PER LA MORTE DEL FIGLIO LIQUIDATO SECONDO LE TABELLE DI MILANO VIGENTI AL MOMENTO DEL FATTO

Fermo restando che, per la liquidazione del danno non patrimoniale, occorre fare riferimento alla tabella del Tribunale di Milano nella versione più recente in uso al momento della decisione, la liquidazione basata sulle tabelle “vigenti” al momento del fatto è equa se l’importo liquidato risulta di fatto compreso nel range previsto nella tabella successiva.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13269/20; depositata il 1° luglio), sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13267/20; depositata il 1° luglio)

-------

ERRATA SEGNALAZIONE ALLA CENTRALE RISCHI E LESIONE DEL CREDITO COMMERCIALE

-              DECISIVE LE PREGRESSE CONDIZIONI ECONOMICHE E PATRIMONIALI DELLA SOCIETÀ CHE ASSUME DI ESSERE STATA DANNEGGIATA

In caso di errata segnalazione alla centrale rischi della Banca d’Italia, l’accertamento del danno causato dalla lesione del credito commerciale esige l’accertamento sia del nesso causale tra la condotta illecita e la contrazione dei finanziamenti o la perduta possibilità di accesso al credito sia del nesso causale tra la contrazione dei finanziamenti e il peggioramento dell’andamento economico del soggetto danneggiato. Per l’accertamento del secondo nesso è decisivo l’esame circa le pregresse condizioni economiche e patrimoniali della società che assume di essere stata danneggiata e deve quindi ritenersi viziata per omesso esame di un fatto decisivo la sentenza che non abbia preso in esame tale fatto materiale.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13264/20; depositata il 1° luglio)

-------

VEICOLO RUBATO, CONSEGNATE ALL'ASSICURATORE CHIAVI NON ORIGINALI: NIENTE INDENNIZZO

Confermata in Cassazione la decisione dei Giudici d’appello. La mancata consegna delle chiavi originali del mezzo rubato rende non operativo il contratto di assicurazione.

(Corte di Cassazione, sez. VI Civile - 3, ordinanza n. 13267/20; depositata il 1° luglio)