Diritto tributario - Statuto del contribuente -  Redazione P&D - 25/02/2020

Trust e tassazione - CTR Bologna, Pres. Mainini est. Morlini, sentenza 17-24/2/2020 n. 683

Commissione Tributaria Regionale di Bologna Sez. 11; sentenza 17/2/2020-24/2/2020, n. 583/2020; Pres. Mainini Rel. est. Morlini; Agenzia delle Entrate di Rimini (dott. Ugolini) c. F. (dott.ssa Cocci).

Trust – Imposta di successione, registro e ipotecaria – Assoggettabilità – Condizioni - Atto di disposizione - Neutralità fiscale - Momento impositivo - Individuazione – Fondamento - Attribuzione finale del bene al beneficiario – Necessità - Sussiste.
Artt. 53 Cost., 2 D.L. n. 262/2006

In tema di trust, l’imposta sulle successioni e donazioni è dovuta non già al momento della costituzione dell’atto istitutivo o della dotazione patrimoniale, fiscalmente neutri in quanto meramente attuativi degli scopi di segregazione ed apposizione del vincolo, bensì e solo in seguito al momento futuro ed incerto dell’eventuale trasferimento finale del bene al beneficiario, in quanto solo quest’ultimo costituisce un effettivo arricchimento patrimoniale a titolo di liberalità e quindi un indice di ricchezza ai sensi dell’articolo 53 Cost.; ed in mancanza di tale condizione, l’atto dovrà essere assoggettato alla sola imposta fissa di registro.




Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di febbraio 2020 Persona & Danno è stato visitato da oltre 390.000 utenti unici.

Cerca sul sito