Deboli, svantaggiati - Generalità, varie -  Paolo Cendon - 08/02/2018

Una ragazza autistica viene picchiata

-- In una grande  città italiana  del Sud, che non nomino, succede che una ragazza autistica (chiamiamola Gigliola), meno di 30 anni, attualmente collocata presso un istituto di suore,  venga picchiata: non so se sia vero, ma quei lividi da dove arrivano …  sarebbe lei, come dicono le suore,  ad esserseli procurata da sola, per gusto autolesionistico?

-- Pare che suo padre avesse  a suo tempo mollato la famiglia  e poi avesse mollato anche la seconda famiglia e poi non so cos’altro avesse mollato, più tardi, finchè non è morto: non so se sia vero.

-- La ragazza è stata interdetta fin dall’inizio, cioè una decina di anni fa: non so se sia vero,  ma credo-temo  di sì. 

-- Pare che la madre abbia  di recente usato i soldi (pensioncina) risparmiati dalla figlia per comprare una casa  e pare che se la sia intestata (a se stessa cioè,  non alla figlia autistica): non so se sia vero, mi sembra inverosimile.

-- Pare che l’unica  al mondo che vuole bene a Gigliola e che è disposta a fare qualcosa per la nipotina sia una zia: spero che sia vero.

-- Pare che Gigliola contraccambi questo affetto e ripeta che sarebbe felice, se possibile,  di andare a vivere a casa della zia: confido che sia vero.

--  Ho suggerito per prima cosa di disinterdire Gigliola e di proteggerla di qui in poi con l’amministrazione di sostegno, mi hanno risposto che al Sud non si usa, non comunque in quella “grande città”, dove per principio non si disinterdice mai nessuno, i giudici hanno deciso tempo fa questa linea: spero che sia falso.

-- Ho sentito che in marzo, fra un mese,  il Signore Iddio (non parlo né di Berlusconi, né di  Renzi,  né di Salvini) , d’accordo con S.Pietro e con S.Francesco,  e anche con Giovanna d’Arco e s.Caterina, ha preparato  un ordigno speciale e che farà saltare in aria l’Italia intera, Nord, Centro e Sud compreso: spero che sia vero.