Varie - Varie -  Redazione P&D - 12/01/2021

Vaccino, marjuana, schiavitù, condominio, carcere

\\\

 

OBBLIGO VACCINALE PER I BAMBINI - Le vaccinazioni possono essere omesse o differite solo in caso di accertato pericolo per la salute, in relazione a specifiche condizioni cliniche documentate, attestate dal medico di medicina generale o dal pediatra di libera scelta, sulla scorta degli esami e degli approfondimenti specialistici.

>>>>>   In caso di mancata osservanza dell’obbligo vaccinale, gli uffici dell’ASL competente devono procedere a sollecitarne l’adempimento e/o a convocare i genitori dei minori per un colloquio, al fine di fornire ulteriori informazioni sulle vaccinazioni e indi a sollecitarne ex novo l’effettuazione, laddove si constati, in base alla documentazione tecnica probante, che non sia subentrata una sufficiente immunizzazione naturale (art. 1, comma 4, d.l. n. 73/2017, convertito con modificazioni nella legge n. 119/2017).

(TAR Puglia, sez. II, sentenza n. 39/21; depositata il 7 gennaio)

------

QUATTRO PIANTINE DI MARIJUANA E UNA SERRA A DISPOSIZIONE -  Impossibile parlare di coltivazione domestica

>>>>>>>>>  Definitiva la condanna di un uomo, beccato a coltivare quattro piante di marijuana. Respinta la tesi difensiva mirata a sostenere il mero uso personale. Rilevante il numero di dosi ricavabili e la disponibilità di una serra.

(Corte di Cassazione, sez. III Penale, sentenza n. 644/21; depositata l'11 gennaio)

-----

SCHIAVITÙ E MALVERSAZIONI SUBITE NEL PAESE DI TRANSITO  - Giustificano la concessione della protezione umanitaria

>>>> In tema di protezione umanitaria, la situazione di vulnerabilità del richiedente non necessariamente deve derivare da condizioni patite nel paese di origine, ma può anche essere l’esito di malversazioni subite in paesi di transito.

(Corte di Cassazione, sez. III Civile, ordinanza n. 158/21; depositata l'8 gennaio)

--------

USO PIÙ INTENSO DELLE PARTI COMUNI  - Non può essere fatto se comporta un danno per gli altri condomini

>>>>>   L’uso più intenso della cosa comune è consentito, ma questo non deve comportare una violazione dell’equilibrio statico e della sicurezza dello stabile, né prevaricare gli altri condomini dalla possibilità di realizzare un uso quanto meno paritetico del bene. Nel caso vengano violati i predetti principi di gestione, non si assiste ad un uso più intenso, ma vera e propria occupazione abusiva delle parti comuni.

(Corte di Cassazione, sez. II Civile, sentenza n. 97/21; depositata l'8 gennaio)

------

SERI PROBLEMI AGLI OCCHI E VISIONE RIDOTTA - Confermato il carcere per il detenuto con

di La Redazione

>>>>>>  Respinta la richiesta avanzata dal detenuto e mirata ad ottenere la detenzione domiciliare. Il problema fisico da lui lamentato non è ritenuto così significativo da rendere insopportabile il carcere.

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 477/21; depositata l'8 gennaio)

-------

TELEGRAMMI D'AUGURI A RAFFICA DAL DETENUTO -  Legittimo il blocco

>>>>> Il mittente è sottoposto al “41-bis” e lo sono anche i destinatari. Logico presumere, secondo i giudici, la cripticità del messaggio e un potenziale pericolo.

(Corte di Cassazione, sez. I Penale, sentenza n. 469/21; depositata l'8 gennaio)