Legislazione e Giurisprudenza, Rapporti patrimoniali fra coniugi -  Conzutti Mirijam - 2013-12-28

ASSEGNAZIONE CASA OPPONIBILE TERZI ANCHE SENZA TRASCRIZIONE - Cass.civ.18.12.2013 n.28229 - Mirijam CONZUTTI

Nel caso di assegnazione della casa familiare al coniuge affidatario, ai sensi degli artt. 155, comma 4, c.c., in tema di separazione personale, e 6, comma 6, legge n. 898/1970 (come sostituito dall'art. 11, legge 6 marzo 1987, n. 74), in tema di divorzio, il relativo provvedimento - in quanto avente per definizione data certa, sia esso la sentenza che definisce il giudizio di separazione o di divorzio, sia il provvedimento provvisorio pronunziato dal Presidente del tribunale ai sensi degli artt. 708 c.p.c. e 4, comma 8, legge n. 898/1970 e successive modifiche - è opponibile al terzo acquirente del bene in epoca successiva al provvedimento medesimo, nel termine di nove anni, ed anche oltre se il provvedimento sia stato trascritto.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati