Legislazione e Giurisprudenza, Reato -  Gasparre Annalisa - 2016-06-13

Bancarotta fraudolenta patrimoniale: quale responsabilità per i sindaci? – Cass. pen. 19470/16 – A.G.

Salve ipotesi eccezionali di concorso nel reato dell"amministratore, la responsabilità dei sindaci è normalmente ravvisabile a titolo di concorso omissivo per la violazione del dovere giuridico di controllo che inerisce alla loro funzione nel reato commissivo dell"amministratore.

Nei reati di bancarotta è ammissibile il concorso di un componente del collegio sindacale con l"amministratore di una società, concorso che può realizzarsi tramite un comportamento omissivo del controllo da parte del collegio sindacale. Se il sindaco incorra in dolo, anche eventuale, potrà sussistere il concorso omissivo nel reato commissivo dell"amministratore.

Ciò si desume dal fatto che i sindaci sono investiti di funzioni peculiari di controllo e non equivale a desumere una responsabilità tout court dei sindaci, non trovando spazio nell"ordinamento una responsabilità "da posizione". È invece necessario accertare la sussistenza di indici sintomatici, rilevabili dai sindaci, da cui desumere l"anomalia delle operazioni compiute dagli amministratori, indici dotati di notevole spessore indiziario. In questo contesto, l"omissione dei sindaci, quale omesso controllo e vigilanza, è penalmente rilevante perché avrebbe consentito di impedire le condotte distrattive poste in essere dagli amministratori.

I sindaci imputati nel caso di specie svolgevano tale ruolo da diversi anni e ricoprivano lo stesso incarico anche nelle società attraverso cui erano state compiute le operazioni distrattive. Ciò avrebbe consentito ai sindaci di comprendere correttamente gli aspetti problematici delle operazioni anomale.

Per i giudici è fuori di dubbio che l"omesso controllo da parte del collegio sindacale abbia avuto un"effettiva incidenza causale sulla commissione del reato degli amministratori.

In tema di bancarotta, su questa Rivista, tra gli altri, 26.5.2016, Bancarotta per distrazione – Cass. pen. 18980/16.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati