Legislazione e Giurisprudenza, Processo di cognizione -  Cariello Maria - 2014-04-28

COMPENSO AVVOCATO, CALCOLO VALORE E RISULTATO - Cass. civ. 9073/2014- Maria CARIELLO

Nel caso un avvocato difenda più soggetti (aventi evidentemente la medesima posizione giuridica, un gruppo di dipendenti per essere precisi) viene posta all'attenzione della Cassazione la questione se sia corretto da parte dell'avvocato assumere come valore della controversia la somma delle quote ottenute o richieste da tutto il gruppo e poi dividere per il numero dei partecipanti, ovvero debba essere chiesta per ognuno una parcella predisposta con riferimento al valore individuale della causa.

La Corte di Cassazione con sentenza n. 9073/2014  dichiara che il compenso professionale,  risulta correttamente calcolato con riguardo al totale dei compensi riconosciuti al gruppo di dipendenti assistito con applicazione delle maggiorazione previste dal DM applicabile ratione temporis e ripartendo il risultato pro-quota in relazione al numero degli assistiti.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati