Legislazione e Giurisprudenza, Impresa, società, fallimento -  Ricc√≤ Riccardo - 2014-05-25

CONCORDATO PREVENTIVO E DEBITO IVA – Cass. 9541/2014 – Riccardo RICCÒ

Cass. Civ., 30 aprile 2014, n. 9541, Pres. Rordorf, Rel. Di Virgilio, sez. I civ., forte di alcuni precedenti [pronunce n. 22931/2011 e 7667/2012], ivi oggetto di richiamo, ritiene il credito IVA non falcidiabile in sede di concordato, conformemente peraltro a quanto già giudicato in certe sedi di merito.

Richiamo dunque al lettore le ss. sentenze di merito:

  1. Trib. Roma, 16 dic. 2009 (se non in rete, comunque in Dir. Fall. 2011, II, 369);
  2. Trib. Vicenza, 18 apr. 3013;
  3. Trib. Brescia, 10 luglio 2013;
  4. App. Brescia, 13 sett. 2013;
  5. Trib. Monza, 2 ott. 2013.

Contra però, qua e là davvero insuperabilmente, mi constano:

  1. Trib. Como, 28 genn. 2013 (e Id., 25 sett. 2013);
  2. Trib. Cosenza, 29 maggio 2013;
  3. Trib. Campobasso, 31 luglio 2013;
  4. App. Genova, 27 luglio 2013;
  5. Trib. Busto Arsizio, 4 ott. 2013;
  6. Trib. Sondrio, 12 ott. 2013;
  7. Trib. La Spezia, 24 ott. 2013;
  8. Trib. Ascoli Piceno, 14 marzo 2014.

Per una più approfondita analisi rimando al saggio dell"ottimo Tencati, in questa stessa Rivista.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati