Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2013-09-19

CONDOMINIO E ART. 1117 C.C.: IRRILEVANTE CHE I BENI SERVANO PIIU' EDIFICI AUTONOMI? - RM

E' irrilevante, ai fini dell'applicabilità dell'articolo 1117 del codice civile, che i piani (o porzioni di piano), alla cui utilizzazione - o migliore utilizzazione - le cose servono, siano compresi in un edificio unico o in edifici autonomi, anche se non si ha tecnicamente "condominio" quando gli edifici sono totalmente distinti ed autonomi [vedi, però, la seguente pronuncia, che precisa come le norme che disciplinano il condominio riguardano edifici la cui proprietà è oggetto di una divisione "orizzontale", perché i diversi piani o porzioni di piano appartengono a proprietari diversi (art. 1117 c.c.), ma

"non si ha condominio quando, invece, vi sono edifici totalmente distinti ed autonomi" (Trib. Milano 14 giugno 1993, ALC, 1994, 610 - cfr., amplius, "La responsabilità nel condominio dopo la riforma", Riccardo Mazzon, 2013)];

in effetti, la presunzione legale di comproprietà, sancita dall'art. 1117 c.c., è applicabile non solo alle parti considerate comuni di un determinato edificio diviso per piani ma, per analogia, anche alle entità che, sebbene materialmente separate da fabbricati limitrofi autonomi, siano oggettivamente e permanentemente destinate all'uso comune degli stessi: in tal caso, tuttavia, è necessario che i suddetti edifici fossero, in origine, di una stessa persona ovvero appartenessero a più persone, "pro indiviso", nel momento della costruzione della cosa o del suo adattamento o trasformazione all'uso comune:

"nella diversa ipotesi, si determina per il principio della accessione ex art. 934 c.c. l'automatico acquisto della proprietà della cosa pur destinata all'uso di entrambi gli edifici in capo soltanto agli originari proprietari" (Cass., sez. II, 26 aprile 1990, n. 3483, RGE, 1991, I, 44 – conforme: Cass., sez. II, 19 marzo 1994, n. 2609, GCM, 1994, 341).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati