Legislazione e Giurisprudenza, Generalità, varie -  Unnia Federico - 2014-04-23

COPYRIGHT ON LINE: PRIMO CASO DI USO NON AUTORIZZATO DI UNA FOTO – Federico UNNIA

Lo ha deciso l"Agcom in applicazione del regolamento entrato in vigore il 31 marzo 2014

Primo intervento dell"Agcom in difesa del diritto d"autore on line: si tratta di un'archiviazione, vale a dire di un caso risolto pacificamente, prima dell'intervento inibitorio dell'Autorità. Il provvedimento riguardava una fotografia caricata su un sito senza il permesso dell'autore, un professionista, molto attento alle dinamiche di circolazione delle immagini in Rete.

L'istanza, si legge nella delibera, non si è dimostrata né irricevibile, né improcedibile, né inammissibile, né manifestamente infondata: il fotografo si è attenuto al manuale d'uso messo a disposizione per compilare il modulo di segnalazione e la sua richiesta è giunta all'esame dell'Autorità.

Tuttavia la sua opera alla data dell'11 aprile 2014 risultava rimossa e sostituita con una diversa fotografia del medesimo monumento. Il sito che ospitava l'opera del fotografo si è quindi spontaneamente adeguato, sostituendo l'immagine caricata in violazione dei diritti d'autore con un'altra fotografia. Il primo caso preso in esame dall'Agcom si è quindi concluso con una archiviazione.

Il procedimento di segnalazione per l"utilizzo non autorizzato di opere dell"ingegno on line, come spiegato dall"Agcom, è caratterizzato dal pieno rispetto del principio del contraddittorio. Per avviarlo, è richiesta la presentazione di un'istanza da parte del titolare del diritto. Pertanto, l'Autorità non agirà d'ufficio, il che esclude che i provider siano chiamati a svolgere un'attività di monitoraggio della rete. Non solo i provider, ma anche l'uploader e i gestori della pagina e del sito internet possono far concludere la procedura attraverso l'adeguamento spontaneo e presentare controdeduzioni. Gli atti sono archiviati se il titolare del diritto si rivolge all'Autorità giudiziaria. Le misure inibitorie - previste dal decreto legislativo n. 70 del 2003 - saranno improntate a criteri di adeguatezza, gradualità e proporzionalità.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati