Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Cultura, società

28/05/17

Religioni - Maria Rosa Pantè

Sono fortemente contraria alle religioni. Tutte. Sono convinta ora che quel Marx quando parlava di oppio dei popoli non sbagliava. Le religioni del libro, ebraismo, islam e cristianesimo, sono trappole sociali, soprattutto per le donne, trappole che bestemmiano Dio. Posto che, se Dio esiste è buono, è il bene. Il cristianesimo è imperfetto nella sua normatività rispetto all’Ebraismo e all’Islam solo perché ha avuto un incidente di percorso che è Gesù Cristo. Invito tutti a leggere la parte nel Fratelli Karamazov in cui Dostoevskij descrive il Grande Inquisitore che incontra Cristo e lo accusa. Perché Cristo non è rel ...

leggi tutto ›
 

28/05/17

Ancora mi sollevo di Maya Angelou - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco odierno celebra Maya Angelou, scomparsa il 28 maggio 2014, a Winston-Salem, Carolina del Nord  Stati Uniti.

Ricordarla come poetessa e scrittrice benché sia considerata un baluardo della cultura afroamericana, è riduttivo, infatti descriverla è una cosa complessa: è stata protagonista di un’esistenza tumultuosa, sempre in lotta per la sopravvivenza e contro le convenzioni sociali. A condizionare la sua esistenza è stato lo stupro che ha subito dal compagno della madre a soli sette anni e che fu causa di mutismo infantile per più di cinque anni. Rimase incinta del figlio a soli sedi ...

leggi tutto ›
 

27/05/17

E lo sognavo e lo sogno di Arsenij Aleksandrovič Tarkovskij - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda Arsenij Aleksandrovič Tarkovskij, venuto a mancare a Mosca il 27 maggio 1989.

Dall’ambiente familiare Arsenij acquisì l’amore per la letteratura e le lingue,  figlio di un padre  poliglotta, autore di racconti e saggi. Tra il ’29 e il ’30 iniziò a scrivere poesie e drammi in versi per la radio sovietica, ma nel ’32, accusato di misticismo, fu costretto ad interrompere la sua collaborazione. Nello stesso anno nasce il figlio Andrej, che diventerà un noto regista cinematografico. Iniziò a tradurre poesie dal turkmeno, ebraico, arabo, georgiano, armeno ...

leggi tutto ›
 

26/05/17

Il contadino del tempo fradicio di Jónas Hallgrímsson - Maria Beatrice Maranò

Nell’almanacco di oggi, onorando la memoria di poeti non solo italiani, ci piace ricordare  Jónas Hallgrímsson, scomparso a Copenaghen, il 26 maggio 1846.

E’ stato un poeta leggi tutto ›

 

25/05/17

All'amata di Carlo Betocchi - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco odierno ci ricorda la scomparsa di Carlo Betocchi venuto a mancare a Bordighera, il 25 maggio 1986.

Considerato tra i più grandi poeti del Novecento è stato ingiustamente, molto spesso dimenticato anche nelle antologie scolastiche. Betocchi nell’interrogativo leopardiano del “ Che fai tu luna in cielo?”, ci fornisce una risposta religiosa attraverso quella percezione esistenziale che dovrebbe accomunare ogni uomo, quel senso di sproporzione tra la propria pochezza e miseria e l’anelito di verità totale a cui il nostro cuore aspira. La vera religiosità è riconoscere l’originar ...

leggi tutto ›
 

24/05/17

Io vulesse truvà pace di Eduardo De Filippo - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la nascita di un grande del teatro che si dilettava a scrivere poesie, come aiuto durante la stesura delle opere teatrali: Eduardo De Filippo nasce il 24 maggio del 1900, figlio naturale dell’attore Eduardo Scarpetta e di Luisa De Filippo.

Nel 1904 debutta come giapponesino ne "La geisha", firmata da suo padre. Nel 1909 i tre fratelli De Filippo: Titina, Eduardo e Peppino, si ritrovano insieme sul palcoscenico del Valle di Roma per una recita di "Nu ministro mmiez 'e guaie" del padre Eduardo Scarpetta. Eduardo scoprì anche il mondo del teatro di varietà e delle macchie ...

leggi tutto ›
 

23/05/17

L’albatro di Henrik Ibsen - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda un drammaturgo e poeta norvegese, Henrik Ibsen, scomparso ad Oslo il 23 maggio 1906.

La sostanza dell'arte ibseniana si esprime nel dissidio tra l'ideale e la realtà, con una continua polemica nei confronti della società e delle sue ipocrisie. Il “cadavere nella stiva” protagonista di una sua poesia è il male, il peccato che si nasconde nelle coscienze e nelle istituzioni, dietro una facciata di normalità e di perbenismo. I suoi versi evidenziano un animo estremamente poetico e sensibile, e contengono amore, dolore, arte, grazia, morte. Magnifico l’elogio alla d ...

leggi tutto ›
 

22/05/17

Piano di Georges Bacovia - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco di oggi oltre a ricordarci la scomparsa di Don Lisander nel 1873 e del quale avremmo potuto menzionare, in una rubrica di poesie, "il Coro di Ernengarda", nell' "Adelchi", ci racconta della scomparsa di George Bacovia avvenuta a Bucarest il 22 maggio 1957.

George Andone Vasiliu fu un avvocato mancato. Influenzato dai simbolisti francesi, ed in particolare dai "poeti maledetti”: Poe, Baudelaire e Verlaine  i suoi versi brevi e fra ...

leggi tutto ›
 

21/05/17

Lo studio appropriato all’uomo di Alexander Pope - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la nascita di Alexander Pope avvenuta a Londra  il 21 maggio 1688; Per Voltaire, Alexander Pope è il poeta “più elegante, più corretto e più armonioso che abbia l’Inghilterra”.

Riceve un’educazione privata perché i cattolici in quel periodo sono sottoposti a gravi restrizioni. La dedizione infinita a studio e lettura nuocciono alla sua salute e a dodici anni anni contrae la tubercolosi ossea in forma così grave da renderlo deforme. E’ uno dei massimi esponenti dell’era augustea, tipico rappresentante e critico aspro della vita politica e culturale ingles ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

752 anni dalla nascita di Dante Alighieri; un piccolo omaggio alla sua modernità! - Maria Beatrice Maranò

Sono trascorsi appena 752  anni dalla nascita di Dante Alighieri, individuabile  tra la fine di maggio e gli inizi di giugno del 1265 a Firenze.

Infiniti sono i parallelismi tracciabili tra Dante e gli autori contemporanei; il mio temperamento, troverebbe spontaneo rintracciare argomentazioni, in merito al  tema della modernità dantesca, nel Canto V dell'inferno, ma è un canto talmente studiato e talmente noto che l'effluvio letterario in materia  ha lasciato e lascia  pochi spazi ad analisi originali. E così proverò a tracciare un parallelismo  tra il XIX canto dell'inferno e un saggio di Leona ...

leggi tutto ›
 

20/05/17

Due di Erri De Luca - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco di oggi ci racconta di Erri De Luca nato a Napoli il giorno 20 maggio 1950.

Straordinario e prolifico scrittore vivente:  tra poesie, saggi, narrativa e testi teatrali ha scritto e pubblicato oltre 60 opere."Per chi scrive storie all'asciutto della prosa", dice De Luca di se stesso, "l'azzardo dei versi è il mare aperto... È che a cinquant'anni un uomo sente di doversi staccare dalla terraferma e andarsene al largo" Nelle sue poesie De Luca dà valore alle parole, usandone poche e ben serrate,  la parola guerra, è irrorata di sangue e costellata di sventramenti, di gas nervino, con corp ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Come nascono le bufale in Rete? - Marco Faccioli

Ma è proprio vero che la verità non interessa più a nessuno? Noi tutti spereremmo di no ma, a quanto pare, le cose non stanno proprio così. Lo sa bene tal Eli Pariser, cofondatore di Upworthy, una delle tante società di web-comunicazione che crea (ovvero inventa) contenuti virali per il web, ovvero notizie che, per la loro particolarità, si diffondono tra gli utenti alla velocità della luce. Nell’era digitale è infatti facilissimo pubblicare informazioni (false) che vengono subito condivise, commentate, postate, ripostate e prese per vere, come capita spesso in situazioni di ...

leggi tutto ›
 

19/05/17

Preghiera di gentildonna di John Betjeman - Maria Beatrice Maranò

 

L'almanacco di oggi ricorda un poeta inglese John Betjeman nato in Inghilterra e venuto a mancare in Cornovaglia il 19 maggio 1984

La poesia di Betjeman ha tematiche moderne per l'epoca, cantate con ritmi e schemi metrici ricavati dalla tradizione delle ballate sentimentali dell'Ottocento. Il paesaggio, specie quello della campagna, è, nelle sue opere, il protagonista principale  e ne vengono fuori quadri in cui coesistono nuovo e antico. Apprezzato come poeta satirico propone spesso un aristocratico sen ...

leggi tutto ›
 

18/05/17

Se d'amore si muore, siamo morti noi di Edoardo Sanguineti - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco odierno celebra la scomparsa di Edoardo Sanguineti, avvenuta il 18 maggio 2010, in ospedale , a Genova, dopo un malore che lo aveva colpito nella sua casa.

Poeta tra i fondatori del Gruppo '63 e dell'avanguardia letteraria italiana, docente di letteratura italiana in varie università italiane, saggista (noti i suoi saggi su Dante e Gozzano), drammaturgo. Un'attività poliedrica che è spesso confinata in batta ...

leggi tutto ›
 

17/05/17

Inno alla vita di Jules Superville - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la scomparsa a Parigi il 17.05.1960 di Jules Superville.

Come poeta  si mantenne lontano tanto dallo sperimentalismo che dalle avanguardie, fedele alla prosodia classica e al verso breve, alle immagini semplici, ai toni delicati da favolista. In una poesia descrive il suo ingresso  in una chiesa e si sorprende a pregare, a rivolgere la parola a ciò in cui non crede o in cui dubita. Ma non riesce a cogliere niente altro che la materialità del tempio di Dio: il legno delle travature, la pietra degli altari, il gesso delle statue.Tutto il mondo vive la stessa angoscia, ig ...

leggi tutto ›
 

16/05/17

Da un atlante del mondo difficile di Adrienne Rich - Maria Beatrice Maranò

L’amanacco di oggi celebra la nascita di Adrienne Rich avvenuta a  Baltimora, il 16 maggio 1929: poetessa, saggista, insegnante e femminista statunitense.

Sposata si allontanò dal marito e divenne attivista dei movimenti di liberazione femminista. Quasi sconosciuta in Italia, Adrienne Rich ha pubblicato quindici volumi di poesie nel corso di cinquant’anni di lavoro all’ insegna della stima e del consenso più ampio, coronato dai maggiori riconoscimenti letterari d’America. Il saggio “Nato di donna”, è il primo libro femminista interamente dedicato alla maternità. La poesia della Rich non ...

leggi tutto ›
 

16/05/17

Roma - Maria Rosa Pantè

Sono stata nello scorso fine settimana a Roma, la capitale d’Italia. Roma! Dove ogni piazza, ogni via porta traccia di qualche evento comparso sui libri di storia o in televisione.

Dove svettano le cupole e a ogni angolo c’è un monumento.

Ero a Roma per parlare del mio ultimo libro “La scienza delle donne” edito dalla Hoepli (se vi interessa trovate notizie qui http://www.hoeplieditore.it/scheda-libro/pante-maria-rosa/la-scienza-delle-donne-9788820378257-5184.html ), invitata al Festival delle Scienze, nella cornice bella e famosa del Parco della musica.

Sono stati pochi giorni in ...

leggi tutto ›
 

15/05/17

Un matto da legare di Emily Dickinson - Maria Beatrice Maranò

L’almanacco di oggi ci ricorda la scomparsa di una delle più grandi poetesse di tutti i tempi Emily Dickinson.

Muore a causa di una nefrite il 15 maggio 1886, nella  casa dei suoi genitori e il desiderio da lei espresso che il corteo funebre passasse per i suoi amati campi, fu esaudito. Quando era in vita solamente sette dei suoi componimenti vennero pubblicati. A Emily non interessava pubblicare in vita, era talmente al di sopra delle cose terrene che non le interessava la celebrità e poi lo scrivere poesie non era un attività che si confacesse alle signorine di “ buona famiglia”. Il padre era ...

leggi tutto ›
 

14/05/17

La solitudine di August Strindberg - Maria Beatrice Maranò

L'almanacco odierno ci ricorda la scomparsa di Johan August Strindberg avvenuta il 13 maggio 1912  a Stoccolma, dove era nato.

Non solo poeta ma anche drammaturgo e scrittore, August Strindberg non era portato per i rapporti sociali specie con le donne;  Per avere l’esatto senso del fallimento dei rapporti interpersonali di Strindberg basta leggersi quel dramma plumbeo che è 
" Danza Macabra": la storia di un capitano fallito che comanda una sorta di ultimo avamposto su un isola che non c’è, e della moglie (ex attrice che a quel tempo significava anche donna di facili costumi), tolta dalla ...

leggi tutto ›
 

13/05/17

Ditelo col c... (quando il selfie non basta più) - di Marco Faccioli

Diciamocela tutta: i Selfie, oramai, han fatto il loro tempo sulle pagine dei social network, lasciando il passo a tendenze decisamente più stimolanti, quelle dei Belfie per l'appunto, ovvero i Selfie del lato B, di cui ci occuperemo questa settimana. La nuova moda dilagante su internet è infatti quella dei “Cheeky Exploits”, termine anglosassone che possiamo tranquillamente tradurre con: “mettere in mostra ...quella parte dove la schiena cambia nome”. Ci siam capiti, no? Ebbene si, il fondoschiena, o lato B, o come lo si voglia comunque chiamare, pare propr ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma