Legislazione e Giurisprudenza, Danno esistenziale -  Cardani Valentina - 2015-04-01

DANNO ESISTENZIALE: QUANTO VALE LA FOTO RICORDO DEL VIAGGIO DI NOZZE?– Trib. Cagliari, 14/01/2015 – V. CARDANI

- Art. 2059 c.c.

- Risarcimento danno non patrimoniale (esistenziale)

- Lesione di diritti inviolabili, tollerabilità


Tornati dalla luna di miele, i coniugi oggetto della vicenda giudiziaria in commento, si sono trovati subito in Tribunale: non per chiedere la separazione, bensì per ottenere il risarcimento del danno non patrimoniale subito a causa dell"inadempimento del contratto relativo allo sviluppo dei rullini fotografici con il ricordo del viaggio di nozze.

Dei cinque rullini consegnati al fotografo, due venivano infatti sviluppati correttamente mentre i restanti tre venivano danneggiati irreparabilmente.

Ciononostante venivano consegnate ai neo coniugi le fotografie risultanti, seppur con colori sbiaditi.

La causa non prometteva bene sin dall"inizio: il Giudice di Pace dichiarava l"insussistenza dell"asserito pregiudizio di natura esistenziale e rigettava la pretesa risarcitoria avanzata dalla coppia.

Non aveva sorte migliore il giudizio di appello, la cui pronuncia si allega integralmente al presente contributo.

Il Tribunale di Cagliari ha correttamente osservato che affinchè possa essere riconosciuto un risarcimento a titolo di danno non patrimoniale, occorre, ai sensi dell"art. 2059 c.c. (applicabile anche in materia contrattuale), che il fatto sia configurabile come reato, oppure che una tale voce di risarcimento sia prevista espressamente come conseguenza di un determinato evento da una norma di legge, oppure ancora che la condotta violi diritti della persona costituzionalmente protetti.

Nel caso di specie, ricorrendo la terza ipotesi richiamata, si dovrà valutare la portata dell"interesse leso per verificarne la rispondenza a diritti inviolabili dell"uomo; il Giudicante, prima di procedere alla liquidazione del danno, dovrà inoltre verificare che la lesione sia "grave" e che il danno non sia futile.

L"esito di una tale valutazione applicata alla vicenda in esame, ha condotto il Tribunale di Cagliari a confermare la pronuncia di primo grado con conseguente rigetto della domanda attorea: ed infatti, il ricordo del viaggio di nozze non può dirsi comunque perduto per sempre, essendo stato immortalato in fotografie seppur di scarsa qualità.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati