Legislazione e Giurisprudenza, Danno esistenziale -  Redazione P&D - 2013-08-12

DANNO MORALE, BIOLOGICO ED ESISTENZIALE: TUTTI RISARCIBILI - Cass. 17852/2013

Cassazione civile, sez. III, 22 luglio 2013, n. 17852, pres. Petti, rel. D"Amico, a conclusione di una controversia promossa da due genitori, in proprio e quali esercenti la potestà sul loro figlio minore, al fine di ottenere il risarcimento dei danni subiti da loro e dal figlio in occasione di un incidente stradale, pur affermando in concreto che il danno esistenziale è già stato risarcito come danno morale e danno biologico, chiarisce che "Il danno biologico (cioè la lesione della salute), quello morale (cioè la sofferenza interiore) e quello dinamico-relazionale (altrimenti definibile "esistenziale", e consistente nel peggioramento delle condizioni di vita quotidiane, risarcibile nel caso in cui l'illecito abbia violato diritti fondamentali della persona) costituiscono pregiudizi non patrimoniali ontologicamente diversi e tutti risarcibili; nè tale conclusione contrasta col principio di unitarietà del danno non patrimoniale, sancito dalla sentenza n. 26972 del 2008 delle Sezioni Unite di questa Corte, giacchè quel principio impone una liquidazione unitaria del danno, ma non una considerazione atomistica dei suoi effetti (Cass., 20 novembre 2012, n. 20292)"



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati