Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2014-02-12

DELIBERA ASSEMBLEARE: E' CONTESTABILE IN SEDE DI OPPOSIZIONE A DECRETO INGIUNTIVO? - Riccardo MAZZON

La validità della delibera assembleare non può essere contestata in sede di opposizione a decreto ingiuntivo, emesso su ricorso dell'amministratore, per il pagamento di oneri condominiali deliberati dall'assemblea; in tale sede, invece, il singolo condomino può validamente contestare la sussistenza del debito e la documentazione posta a fondamento dell'ingiunzione, ovvero il verbale della delibera assembleare,

"tenuto conto che l'attualità del suo debito non è subordinata alla validità della delibera, ma solo alla sua perdurante efficacia" (Trib. Monza, sez. I, 10 giugno 2010, n. 1773, www.dejure.it, 2010; conforme Trib. Roma, sez. V, 20 luglio 2009, n. 16016, www.dejure.it, 2010, conforme Cass., sez. II, 24 agosto 2005, n. 17206, GCM, 2005, 6; conforme, in caso di giudizio pendente presso il Giudice di Pace: Cass., sez. II, 17 gennaio 2003, n. 629, GCM, 2003, 124; RLC, 2003, 21; CIV, 2010, 12, 59; conforme GdP Messina 26 aprile 2005, www.dejure.it, 2007 - cfr., amplius, "La responsabilità nel condominio dopo la riforma", Riccardo Mazzon, 2013).

Inoltre, in tal frangente, al giudice dell'opposizione non è consentito sospendere il processo, in attesa della definizione del giudizio d'impugnazione della deliberazione posta a base del provvedimento monitorio:

"a tutela del condomino, il legislatore attribuisce esclusivamente al giudice dell'impugnazione della deliberazione il potere di sospendere l'esecutività della stessa" (Cass., Sez. U., 27 febbraio 2007, n. 4421, IIP, 2007, 1, 71).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati