Fragilità, Storie, Diritti, Generalità, varie -  Redazione P&D - 2015-09-03

DELIRIO N. 1. MIA PER SEMPRE - Elisabetta SCOCCIA

DELIRIO 1

Te l'avevo detto subito: quel vestito chiaro ti sta molto bene, ma in controluce la trasparenza disegna le tue gambe... Tu mi hai sorriso e mandato un bacio silenzioso con la punta delle dita.

Stamane ti guardo senza parlare mentre lo indossi di nuovo, ed il pensiero degli sguardi che ti morderanno attraverso la stoffa leggera mi dà il capogiro ed un senso di nausea.

Mia mia mia... è un ritmo serrato che rimbomba nella mia mente.

Lo sentivo anche il giorno in cui hai pianto, scoprendomi a spiare le chiamate sul tuo cellulare.

Ti penso al lavoro, ed immagino gli occhi sordidi degli uomini che incontri.

La notte ti guardo dormire, una ciocca ribelle ti accarezza la guancia, le labbra, oh sì, le labbra, a chi avranno sorriso?

Mia mia mia... Nessuno può amarti così tanto, così profondamente, così indissolubilmente come il mio cuore.

Ti chiedo "Mi ami? Davvero? Per sempre, per sempre?"

E tu mi abbracci, la testa sulla mia spalla, il respiro si fonde con il mio.

Così, vorrei tenerti così tra le mie braccia, sempre, sempre...

Ma tu ti allontani, vivi una vita che è solo tua, lo so, ne sono geloso, atterrito, vorrei che nessuno potesse incontrarti, parlarti...toccarti...

Mia mia mia, ho la febbre, la fronte mi brucia, il tormento, il tormento di sapere che potresti lasciarmi, sparire... io non sono nulla senza di te!

Mia mia mia. Le mani non tremano più, il mio respiro ora è tranquillo, le dita accarezzano il tuo viso... Un coltello ha posato un fiore rosso sul tuo seno, ti abbraccio, amore, mia mia mia.

Per sempre.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati