Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

/ mercati, concorrenza

19/04/16

Trasporto comunitario in regime di cabotaggio: veicoli noleggiati senza conducente - G.d.P. di Fermo, 14.04.2016

Utilizzazione di veicoli noleggiati senza conducente per il trasporto di merci su strada- obbligatorietà della presenza a bordo del veicolo del contratto di noleggio o del contratto di lavoro del conducente

trasporto comunitario in regime di cabotaggio - - impiego di veicolo immatricolato nello stato di effettuazione del cabotaggio - violazione del Regolamento CE n. 1072/2009 e dell'art. 46-bis L. 298/1974 - riferimento alla Direttiva 200611/CE del 18 gennaio 2006 -utilizzazione di veicoli noleggiati senza conducente per il trasporto di merci s ...

leggi tutto ›
 

14/10/15

"RECUPERO CREDITI ED INDEBITA PRESSIONE SUL DEBITORE" - AGCM, 7.10.2015 - Gianluca TARANTINO

Con il provvedimento del 7 ottobre 2015, n. 25642 - per il testo integrale vedi il link in calce - l'AGCM ha ritenuto di qualificare come pratica commerciale scorretta la condotta di una società assicurativa che, dovendo procedere al recupero di alcuni crediti, aveva avviato, tramite i propri avvocati, una serie di azioni giudiziarie davanti a diversi giudici di pace senza rispettare il criterio del foro - in questo caso, del consumatore - territoriale competente al solo fine di indurre il debitore al pagamento, posto che le cause, infatti, non venivano iscritte a ruolo.

L'AGCM ha ritenuto che una tale condotta, lungi da ...

leggi tutto ›
 

21/06/15

"CONDOTTA ANTICONCORRENZIALE: RISARCIMENTO DEL DANNO E ONERE DELLA PROVA" - Cass. 11564/2015 - G. TARANTINO

Abuso di posizione dominante

Risarcimento del danno

Utilizzo poteri ufficiosi del Giudice

 

La tutela effettiva del diritto al risarcimento del danno da condotta anticoncorrenziale postula, in considerazione dell’asimmetria informativa esistente tra le parti in tali ambiti nell’accesso alla prova, relativa a fatti complessi di natura economica, che il giudice non può applicare meccanicamente il principio dell’onere della prova ma deve interpretare estensivamente le condizioni stabi ...

leggi tutto ›
 

03/06/15

"LA POSTA E' UGUALE PER TUTTI" - AGCM, 16.4.2015 - Gianluca TARANTINO

Servizi postali

Concorrenza

Regolamentazione ZTL

 

Con provvedimento del 16 aprile 2015, nell'esercizio del potere di segnalazione di cui all'art. 21 della legge 10 ottobre 1990, n. 287, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha inteso formulare alcune osservazioni sulla regolamentazione dell'accesso e del transito nelle zone a traffico limitato (ZTL) nel mercato dei servizi postali e, in particolare, dei servizi di corriere espresso.

In particolare, con segnal ...

leggi tutto ›
 

24/05/15

"OBBLIGHI DI PUBBLICITA', SEGNALAZIONE E REGISTRAZIONE AI SENSI DEL REMIT"

Obblighi di pubblicità, segnalazione e registrazione ai sensi del REMIT.

Impatti attuativi, profili di criticità e aspetti sanzionatori

Capitolo Primo

BREVE INTRODUZIONE AL REMIT

■ Il Regolamento (UE) n. 1227/2011 del Parlamento europeo e del Consiglio del 25 ottobre 2011 (c.d. REMIT) introduce a livello europeo regole specifiche per la sorveglianza dei mercati all'ingrosso dell'energia al fine di garantirne l'integrità e la trasparenza. Più nello s ...

leggi tutto ›
 

19/05/14

"IVA E CONCORDATO PREVENTIVO- Cass 9541/14" Adolfo TENCATI

Iva e ritenute arrivo alla fonte del concordato preventivo - Cass. 9541/2014

Avv. Adolfo Tencati

Con la sentenza 30 aprile 2014, n. 9541 la Corte di legittimità consolida il suo orientamento, in forza del quale la proposta di concordato preventivo non può proporre la falcidia dei crediti per IVA, nonché per ritenute fiscali e contributive (operate non versate), anche se la proposta stessa è an ...

leggi tutto ›
 

28/12/13

"SEA: APERTA ISTRUTTORIA PER ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE" - AGCM, 20.12.2013 - Gianluca TARANTINO

L'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 20 dicembre 2013, ha deciso di avviare un'istruttoria per verificare se la società SEA, che gestisce gli scali aeroportuali di Milano Linate e Milano Malpensa, abbia posto in essere una condotta anticoncorrenziale mediante abuso di posizione dominante, con lo scopo di ostacolare o impedire l'accesso di un potenziale concorrente nell'ambito della gestione dei servizi e delle infrastrutture aeroportuali.

Sulla base delle segnalazioni giunte all'AGCM, la Sea, anche sfruttando la propria ...

leggi tutto ›
 

23/12/13

“MARCHIO E RISCHIO DI CONFUSIONE PER PRODOTTI AFFINI – T. Milano (ord) 11.05.2013” – Sabrina PERON

E’ noto che i marchi d’impresa assolvono oltre che ad una funzione distintiva, anche una funzione attrattiva e, in taluni casi, di garanzia di qualità. La tutela del marchio difatti, comprende, “non soltanto il rischio di confusione, determinato dalla identità o dalla somiglianza dei segni, ma anche la semplice associazione degli stessi, tale da indurre in errore il pubblico circa la sussistenza di un particolare legame commerciale o di gruppo tra l’impresa terza ed il titolare del marchio” (T. Milano, 03.08.2011, RDI, 2012, II, 195, n. D’ERAMO). Al riguardo va tenuto presente che il rischio di confusione va valutat ...

leggi tutto ›
 

15/11/13

“CONCORRENZA SLEALE IL PERICULUM IN MORA E LA QUALIFICA DI IMPRENDITORE” – T Milano (ord.) 19.04.2013” – Sabrina PERON

 

L’ordinanza del Tribunale di Milano che qui si pubblica, pur non escludendo, in via generale ed astratta, l’ammissibilità del ricorso alla procedura cautelare anche per le azioni di accertamento negativo (come previsto dall’art. 120, comma 6-bis, CPI, a seguito della modifica introdotta dall’art. 52 Dlgs n 131/2010), precisa che ciò non esime comunque la verifica in concreto della sussistenza dei requisiti per le azioni cautelari

In particolare la verifica della sussistenza del periculum in mora, deve sempre fondarsi sugli elementi concreti della specifica vicenda, ragion per cui ben può essere rilev ...

leggi tutto ›
 

27/07/13

"RINEGOZIAZIONE DI UN CONTRATTO DI SWAP E COMMISSIONI IMPLICITE" – Trib Verona n. 709/2013 - Nicolò CALGAGNO

La rinegoziazione di un contratto di swap

“Rinegoziare il contratto di swap significa modificare i parametri di riferimento del contratto precedente”. In altri termini le parti possono concordare di modificare l’entità del nozionale, i tassi parametro e perfino la durata del contratto. La rinegoziazione o rimodulazione normalmente viene attuata quando l’andamento del derivato è eccessivamente negativo (ossia la perdita potenziale che lo strumento finanziario presenta in quel momento) per una parte o non risponde più alle motivazioni per cui la parte lo a ...

leggi tutto ›
 

11/05/13

"ANTITRUST: PESANTE SANZIONE A TELECOM PER ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE" - AGCM, 10 maggio 2013 - G. TARANTINO

Al termine di una lunga e complessa istruttoria, avviata nel giugno del 2010, l'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ha accertato che Telecom Italia ha abusato, con due distinti comportamenti, della posizione dominante detenuta nella fornitura dei servizi di accesso all'ingrosso alla rete locale e alla banda larga, ostacolando l'espansione dei concorrenti nei mercati dei servizi di telefonia vocale e dell'accesso ad internet a banda larga; tanti condotte hanno comportato l'irrogazione, a carico di Telecom, di una multa complesstiva di 103,794 milioni di euro.

...

leggi tutto ›
 

01/04/13

"ANTICONCORRENZIALI GLI ACCORDI ASSICURAZIONI - AUTOFFICINE" - CGUE, 14.3.2013 - Gianluca TARANTINO

Gli accordi sui prezzi per la riparazione di veicoli assicurati conclusi tra le società di assicurazioni e le officine di riparazione hanno un oggetto anticoncorrenziale e sono dunque vietati qualora siano, per loro propria natura, dannosi al buon funzionamento del gioco normale della concorrenza. Tale dannosità deve essere valutata in rapporto ai due mercati coinvolti, ovvero sia quello delle ssicurazioni automobilistiche e quello della riparazione di veicoli

In tal senso si pronuncia la Corte di Giustizia dell'UE con la sentenza del 14 marzo 201 ...

leggi tutto ›
 

25/03/13

"CONCORRENZA SLEALE E DANNO IN RE IPSA" - Cass. 25.9.2012, n. 16294 - Gianluca TARANTINO

I profili della risarcibilità del danno, nell'ambito del diritto commerciale, sono spesso sfuggenti, complessi da descrivere ed ancor più difficili da provare in giudizio; e non vi è dubbio che tale difficoltà, di per sè intrinscamente legata alle fattispecie ed alle tipologie fenomenologiche che si offronto all'interprete in tale settore, è del pari incentivata dal fatto che solo negli ultimi anni la dottrina ha posto la propria attenzione su tale particolare e problematica questione.

In tale constesto, non deve certo stupire che la Corte di Cassazione, con la sentenza in commento, ripropone il proprio tralaticio o ...

leggi tutto ›
 

12/03/13

“CONCORRENZA SLEALE E MERCATO DI RIFERIMENTO” Cass., 11.1.2013, n. 621 – Sabrina PERON

In tema di illecito concorrenziale da imitazione servile ai sensi dell'art. 2598 cod. civ., n. 1, il carattere contraffattorio va accertato riguardo al mercato di riferimento ovvero rilevante, occorrendo dunque di volta in volta stabilire nelle singole vicende se gli imprenditori in conflitto offrono prodotti destinati a soddisfare la stessa esigenza di mercato alla medesima clientela.

 ***

E’ principio pacifico che il gioco della concorrenza – il quale presuppone l'autonomia delle imprese concorrenti nell'esercizio delle rispettive scelte di mercato (Cass., sez. un., 4.22005, n. 2207, FI, 2005, I, c. ...

leggi tutto ›
 

21/01/13

"INTERMEDIARI ESTERI E GIURISDIZIONE ITALIANA" - Cass. Sez. U. 18092/2012 - Adolfo TENCATI

Un nuovo contributo di Adolfo TENCATI dopo quello pubblicato da P&D il 2 dicembre 2012 alla voce 'Diritto tributario' che potrete agevolmente rinvenire cliccando sulla fotina dell'Autore; stavolta l'attenzione di Adolfo si appunta su un'ordinanza del S.C. in tema di prospetto infedele con l'inquadramento della responsabilità che ne deriva. Le Sezioni Unite, Pres. Rovelli, Rel. Travaglino, delibano un ricorso per regolamento preventivo di giurisdizione; apprendiamo dalla relazione del Dr. Travaglino che i ricorrenti si erano determinati all'investimento in conseguenza delle informazioni ricevute dal collocatore, in base al ma ...

leggi tutto ›
 

02/01/13

"SANZIONATA "AGENZIA DEBITI" PER PRATICHE COMMERCIALI SCORRETTE" - AGCM, 27.12.2012 - Gianluca TARANTINO

Molto frequentemente, nei mesi scorsi, era facile imbattersi nella pubblicità, diffusa soprattutto a mezzo banner su internet, ma anche per il tramite di organi di stampa ed sms più o meno indesiderati, della Agenzia Debiti s.p.a., che insieme alla società B&P s.r.l. (società di gestione del call center incaricato di contattare gli utenti) prometteva di ottenere riduzioni anche fino al 70% dei debiti nei confronti dello Stato o nei confronti di creditori privati.

La realtà, come appurato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, era ben diversa; a differenza, infatti, di quanto promesso nei messaggi pu ...

leggi tutto ›
 

29/11/12

"P.A. E SWAP - Cons. Stato 5962/2012" - Maria CARIELLO

I «costi impliciti» di uno swap non bastano a cancellare la «convenienza economica» indispensabile per un derivato di un ente pubblico, perché questa va valutata confrontando la vecchia e la nuova struttura del debito. Prima del 1° novembre 2007, le banche non avevano obblighi puntuali di comunicazione di questi oneri, perché le attuali regole di trasparenza sono state previste dal Dlgs 164/2007 che ha recepito la direttiva "Mifid"; invero da un ente pubblico che sottoscrive un'operazione del genere può « pretendersi un onere di diligenza nell'informarsi puntual ...

leggi tutto ›
 

04/11/12

“TAR LAZIO: IMPEGNI SI MA MOTIVATI” – Federico UNNIA

TAR LAZIO: IMPEGNI SI MA MOTIVATI SULLA BASE DELLE INFORMAZIONI E VALUTAZIONI DISPONIBILI AL MOMENTO DELLA PROPOSIZIONE

L’Autorità garante della concorrenza e del mercato valuta la validità degli impegni con i quali un’impresa contratta la chiusura di un procedimento per pratiche commerciali e pubblicitarie scorrette sulla base delle informazioni disponibili a quel determinato momento. Ne consegue che il giudizio che l’Autorità emette, accettandoli o meno, assume carattere prognostico. Infatti, la valutazione sulla gravità della fattispecie e sulla scorrettezza della pratica commerciale oggetto di ind ...

leggi tutto ›
 

04/11/12

“IL GIURI’ ASSOLVE FONDAZIONE OPERATION SMILE ONLUS” – Federico UNNIA

Sebbene la pubblicità abbia per così dire raggiunto la soglia di ammissibilità per la crudezza delle ultime immagini e per l’eccessiva enfatizzazione del discorso parlato, è altrettanto vero che non l’ha superata alla luce della sensibilità più diffusa nel tempo attuale e nelle nostre società. Per tale ragione non si configura la violazione dell’art. 46 Cap. E’ questa la conclusione cui è pervenuto il Giurì di autodisciplina pubblicitaria nella vertenza che ha visto contrapposti il Comitato di controllo e la Fondazione Operation Smile Italia Onlus, ritenendolo in contrasto con l’art. 46 del Codice di Autodiscip ...

leggi tutto ›
 

04/11/12

"MERCATO BARRIERE STRADALI: L'ANTITRUST SANZIONA IL CARTELLO" - AGCM, 11 ottobre 2012 - Gianluca TARANTINO

L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato, nella riunione del 27 settembre 2012, ha deliberato che 7 imprese aderenti al consorzio Comast (Consorzio Manufatti Stradali Metallici in liquidazione), oggi sciolto, hanno posto in essere un’intesa restrittiva della concorrenza nel mercato delle barriere stradali e autostradali. Per i comportamenti accertati l’Autorità ha sanzionato Industria Meccanica Varricchio Spa, Marcegaglia Spa., Metalmeccanica Fracasso Spa, San Marco Spa. – Industria Costruzioni Meccaniche in liquidazione, Tubosider Spa, Car Segnaletica Stradale Srl, Ilva Pali Dalmine Industries Srl per comples ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma