Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Diritto, procedura, esecuzione penale

16/01/17

Custodia in carcere per la violenza sessuale – Cass. pen. 18495/16 – Annalisa Gasparre

La vicenda riguardava un uomo indagato di violenza sessuale in danno di una ragazza minore degli anni 18. Il reato era aggravato dalla circostanza che l’indagato aveva simulato la propria qualità di pubblico ...

leggi tutto ›
 

13/01/17

Evasione: quale è il confine dell’abitazione? – Cass. pen. 21118/16 – Annalisa Gasparre

L’imputata era ristretta nel proprio domicilio e si era limitata, in sporadiche occasioni, a stazionare nei pressi del cancello d’ingresso dell’abitazione compiendo attività della vita quotidiana. Tali fatti erano documentati con fotografie. Secondo il ...

leggi tutto ›
 

10/01/17

A chi vanno restituiti gli animali sequestrati se il procedimento penale viene archiviato? – Cass. pen. 15758/2016 – Annalisa Gasparre

Il giudice per le indagini preliminari accoglieva la richiesta di archiviazione del pubblico ministero di un procedimento in cui si ipotizzava la violazione dell’art. 727 c.p.

leggi tutto ›

 

08/01/17

Soggetti deboli: anziani vittime di truffa – Cass. pen. 44951/16 – Annalisa Gasparre

Nel fuoco dei truffatori cadevano persone di età avanzata. I re ...

leggi tutto ›
 

05/01/17

Lacci per catturare la selvaggina esercizio della caccia con mezzi vietati - App. Trento, 8.9.2015 – Annalisa Gasparre

La Corte d’appello di Trento conferma la condanna di due imputati accusati per violazione della legge venatoria (e di altri reati collegati) per avere esercitato l’attività di caccia con lacci idonei alla cattura degli animali.

leggi tutto ›

     

31/12/16

Facciamo un brindisi? Attenti al tappo! – Cass. pen. 32548/16 – Annalisa Gasparre

Non era un brindisi privato, ma ambientato in un ristorante dove è ...

leggi tutto ›
 

28/12/16

Sussite diffamazione se il nome della vittima, pur non esplicitato, è facilmente evincibile - Cass. Pen. 54177/16 - F.M. Bernicchi

Diritto penale

Reato di diffamazione e diffamazione on line

Sussiste diffamazione se il danneggiato è facilmente evincibile nonostante sia indicato solo con le iniziali. Non c'è responsabilità del direttore del quotidiano on line per mancato controllo

Si prende in esame una recente sentenza della Corte di Cassazione (sez. V Penale, sentenza 6 giugno – 20 dicembre 2016, n. 54177 Presidente Bruno – Relatore De Gregorio) relativa al tema della diffamazione a mezzo stampa tradizionale e ...

leggi tutto ›
 

25/12/16

Parte civile: qualificazione giuridica dei fatti ed interesse all'impugnazione - Cass. pen. 54138/16 - Carol Comand

I successori del danneggiato possono esperire impugnazione coltivando dei motivi inerenti alla diversa qualificazione del fatto ascritto solo in presenza di una possibile concreta incidenza sulla determinazione del danno.

Il soggetto al quale il reato ha recato danno o i suoi successori universali sono legittimati all'azione civile nel processo penale per le restituzioni e per il risarcimento del danno.

Appare naturale conseguenza di ciò che la parte civile possa esperire impugnazione contro i soli capi c ...

leggi tutto ›
 

23/12/16

Aborti illegali a pagamento: l’ombra della concussione – Cass. pen. 53444/16 – Annalisa Gasparre

Un ginecologo, dirigente medico in servizio presso il reparto di ginecologia di un ospedale,  praticava aborti illegali presso il proprio studio privato. Veniva dunque sottoposto a misura cautelare per il reato di concussione (dapprima la custodia in carcere e, successivamente, gli arresti domiciliari con divieto di comunicazione).

leggi tutto ›
 

20/12/16

Imputato detenuto per altra causa e “assenza” - Cass. pen. 51740/16 – Annalisa Gasparre

Condannato per furto aggravato, l’imputato ricorreva per cassazione invocando la rescissione del giudicato. A sostegno deduceva che la sua assenza durante il processo di merito era stata determinata dalla incolpevole mancata conoscenza della celebrazione del giudizio: mai avrebbe ricevuto notifica dell’avviso di conclusione delle indagini e del decreto di citazione a giudizio. È vero, argomentava, che aveva eletto domicilio, ma era assente dallo stesso perché detenuto per altra causa ...

leggi tutto ›
 

19/12/16

Procedimenti speciali: rito abbreviato ed impugnazione dell'imputato - Cass. pen. 7974/16 - Carol Comand

L'imputato non può proporre appello nei confronti delle sentenze di assoluzione pronunciate all'esito di rito abbreviato

Originariamente, nell’art. 443 si stabiliva il limite all’impugnazione sia delle sentenze di proscioglimento, quando l’appello tendeva ad ottenere una diversa formula, che delle sentenze di condanna.

Queste ultime non potevano essere appellate dall’imputato qualora la pena stabilita non doveva essere eseguita e dal pubblico ministero per regola, salvo che si trattasse di sentenza che modificava il titolo di reato.

leggi tutto ›
 

19/12/16

Mezzo secolo di diritto penale - Paolo Pittaro

Il 1° novembre 2016 il prof. Paolo Pittaro è andato in quiescenza dal ruolo universitario per limiti di età.

In ogni caso continua a tenere il suo insegnamento biennale di "Diritto penale" presso l'Univesità di Trieste, con contratto esterno nella qualifica attribuitagli di "eminente studioso".

Il 25 ottobre 2016 ha tenuto una lezione magistrale conclusiva del Corso dal titolo "Mezzo secolo di diritto penale. Riflessioni in libertà".

Ove di interesse, ne pubblichiamo il testo, scaricabile dal link allegato.

leggi tutto ›
 

19/12/16

Reati sessuali e credibilità vittima minorenne – Cass. pen. 43245/16 – Annalisa Gasparre

La Corte d’appello di Milano confermava la condanna dell’imputato accusato di reati sessuali in danno di minorenni, imputato che aveva chiesto rinnovazione dell’istruttoria dibattimentale per espletamento di una perizia circa l’idoneità dei minori di testimoniare. Secondo l’accusa, gli abusi sessuali contestati sarebbero avvenuti presso la Comunità ove le persona offese erano ospiti, sarebbero stati commessi quando i minori avevano, rispettivamente, cinque e sei anni, e vennero ...

leggi tutto ›
 

11/12/16

Religioso accusato di abusi su giovani seminaristi, ma non ci sono concrete e attuali esigenze cautelari - Cass. pen. 51697/16 – Annalisa Gasparre

Al responsabile di un seminario venivano contestati abusi su giovani seminaristi: convergenti le accuse con la confessione resa dal religioso: tuttavia, non è necessaria la custodia cautelare in carcere quale misura cautelare.

leggi tutto ›

 

04/12/16

Particolare tenuità del fatto ex art. 131 bis c.p. davanti al giudice di pace? - Cass. pen. 44632/16 – Annalisa Gasparre

Il giudice di pace dichiarava non doversi procedere nei confronti dell’imputato in applicazione dell’istituto di nuovo conio delineato dall’art. 131 bis c.p., in conc ...

leggi tutto ›
 

02/12/16

Approvato il delitto di cui all’art. 601 bis cod. pen.: prime riflessioni. - Claudia Carioti

In data 23 novembre 2016 è stato definitivamente approvato dalla Camera il nuovo art. 601 bis cod. pen., rubricato “Traffico di organi prelevati da persona vivente”, non ancora pubblicato in Gazzetta Ufficiale. La previsione della nuova fattispecie di reato è volta ad assicurare una più incisiva tutela penale, volta a presidiare i beni giuridici della libertà individuale e della dignità del soggetto passivo del reato e, al contempo, garantire il diritto di salute di coloro che aspirano al trapianto di organi, che avvenga al di fuori del sistema nazionale dei trapianti. Se, per un verso, è ...

leggi tutto ›
 

02/12/16

Reato di truffa e legittimazione a querelare quando soggetto passivo è una società di persone - Cass. pen. 50725/16 - F.M. Bernicchi

Diritto penale

Reato di truffa e legittimazione a proporre querela quando soggetto passivo e titolare del bene giuridico protetto possono non coincidere o essere alternativi

Si prende in esame una recentissima sentenza della Corte di Cassazione (sez. II Penale, sentenza 4 ottobre – 29 novembre 2016, n. 50725) relativa al tema del reato di truffa e del soggetto titolare al diritto di querela.

Il fatto, in breve: il Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Ivrea nel 2015 non convalidava l'arresto facoltativo di F.N. effet ...

leggi tutto ›
   
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity