Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

/ corte di giustizia

27/10/11

Corte Gius. CE/UE, 27 ottobre 2011, C-504/10, Pres. (f.f.) e Rel. Silva de Lapuerta – "IVA DETRAZIONI E ABUSO DEL DIRITTO" – Riccardo RICCÒ

SENTENZA DELLA CORTE (Settima Sezione)
27 ottobre 2011 
Nel procedimento C 504/10,
avente ad oggetto la domanda di pronuncia pregiudiziale presentata alla Corte, ai sensi dell’art. 267 TFUE, dal Najvyšší súd Slovenskej republiky (Slovacchia) con decisione 28 settembre 2010, pervenuta in cancelleria il 21 ottobre 2010, nella causa
Tanoarch s.r.o.
contro
Danové riaditelstvo Slovenskej republiky,
LA CORTE (Settima Sezione),
composta dalla sig.ra R. Silva de Lapuerta (relatore), facente funzione di presidente della Settima Sezione, d ...

leggi tutto ›
 

21/10/08

Corte Costituzionale, 15 aprile 2008, n. 102, Pres. F. Bile, "SALVA PARZIALMENTE LA TASSA REGIONALE SUL LUSSO: ORA SI ATTENDE LA PRONUNCIA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA" - F. Guella

Con la sentenza 102 del 2008 la Corte costituzionale è intervenuta sul tema della finanza regionale, con particolare riguardo alle impugnate disposizioni della Regione Sardegna relative alla c.d. tassa sul lusso. In particolare la Regione autonoma aveva istituito, con gli artt. 2, 3 e 4 della l. reg. n. 4 del 2006, tre nuove imposte gravanti rispettivamente sulle plusvalenze dei fabbricati adibiti a seconde case siti entro i tre chilometri dalla battigia marina e destinati ad uso abitativo, sulle seconde case destinate ad uso turistico e site ancora ad una distanza inferiore ai tre chilometri dalla linea di battigia marina ...

leggi tutto ›
 

24/09/08

Corte di Giustizia, 11 settembre 2008, C-428/06 e C-434/06, Terza Sez., pres. A. Rosas, "PRESUPPOSTI PER UN FEDERALISMO FISCALE. LA CORTE PRECISA QUANDO I VANTAGGI FISCALI REGIONALI SONO AIUTI DI STATO" – M. Cozzio

La sentenza della Corte di Giustizia interviene sul tema della fiscalità regionale di vantaggio e dei rapporti che essa intrattiene con la disciplina comunitaria degli aiuti di Stato. 

Stando alle disposizioni del Trattato sono incompatibili con il mercato comune gli aiuti di stato che favoriscono determinate imprese e ambiti di produzione (cd. misure selettive) andando a incidere sugli scambi e falsando o minacciando di falsare la concorrenza (art. 87, TCE). Tali aiuti possono assumere le forme più varie e comprendere tanto sovvenzioni a fondo perduto, quanto dimi ...

leggi tutto ›
 

04/02/08

Cass., Sez. Trib. , 29 agosto 2007, n. 18219, rel. Scuffi, Pres. Lupi "LE DIRETTIVE COMUNITARIE COSTITUISCONO PARAMETRO DI LEGITTIMITA' DELLA LEGISLAZIONE DOMESTICA" - Cristiano GOBBI

Sebbene il Governo nazionale non può imporre ai cittadini dello Stato obblighi che derivino da direttive comunitarie non recepite nell’ordinamento interno, le previsioni delle direttive fungono comunque da parametro di legittimità della normativa interna e ne condizionano l’interpretazione, che deve essere, per quanto possibile, conforme al senso precettivo delle direttive stesse. 

In tal senso occorre rimirare all’orientamento pacifico della giurisprudenza comunitaria, la quale chiarisce il senso delle direttive, vincolando, non solo il giudice di rinvio, ma anche le altre giurisdi ...

leggi tutto ›
 

21/02/07

Corte di Giustizia, sez. III, 14 settembre 2006, causa C-228/05 - Pres. Rosas - Rel. Puissochet - "CONTRASTA CON L'ART. 17 DELLA VI DIRETTIVA CE IL PREVIGENTE ART. 19 BIS D.P.R. 633/1973 LADDOVE PREVEDE L'INDETRAIBILITA' IVA"

Contrasta con l’art. 17, n. 7 della VI direttiva CE, il previdente art. 19 bis, 1° co., lett. c) e d) del d.p.r. 26 ottobre 1973, n. 633, laddove prevedeva l’indetraibilità IVA relativa all’acquisto, uso e manutenzione di autoveicoli non formanti oggetto della sua attività propria.

La controversia dalla quale scaturisce la sentenza in rassegna, sortisce da una istanza di rimborso, poi rigettata, che una società di capitali italiana formulava alla Agenzia delle Entrate. La questione era assai semplice: la società riteneva di aver diritto all’indicato rimborso d&rs ...

leggi tutto ›
 

23/01/07

"GIURISPRUDENZA DELLA CORTE DI GIUSTIZIA IN TEMA DI CONTRIBUTI" - Cristiano GOBBI

La Corte di Giustizia in tema di contributi è intervenuta più volte al fine di verificarne la rilevanza ai fini dell’imposta sul valore aggiunto.

In ambito domestico occorre osservare come il d.p.r. 633/1972 sussuma nell’ambito dell’imposta quei corrispettivi ritratti dalla cessione di beni o dalla prestazione di servizi. Per prestazioni di servizi si intendono anche le prestazioni d’opera d’intellettuale e le obbligazioni di fare, non fare o permettere.
Ora, considerando che le cessioni di denaro si situano fuori campo IVA (art. 2, 3° co.), si rende necessario &ld ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma