Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2015-09-29

DISTANZE E CONFINI: ASSOGGETTAMENTO DEL FONDO A SERVITU' PUBBLICA DI PASSAGGIO - Riccardo MAZZON

il terzo comma dell"articolo 905 del codice civile

assoggettamento del fondo del vicino ad una servitù pubblica di passaggio

esonera dall"obbligo delle prescrizioni di cui gli articoli 901 e 905 del codice civile

Tanto per le vedute dirette che per i balconi (et similia), il divieto di apertura cessa qualora tra i due fondi vicini vi sia una pubblica via (cfr. amplius, il volume "I rapporti di vicinato e le distanze legali: tutela e risarcimento" - Riccardo Mazzon - CEDAM 2013, in Collana SapereDiritto ).

Tuttavia, l"obbligo delle prescrizioni di cui all"articolo 901 e all"articolo 905 del codice civile non è applicabile neppure nel caso il fondo del vicino sia assoggettato a servitù pubblica di passaggio:

"l'assoggettamento del fondo del vicino ad una servitù pubblica di passaggio esonera sia dal rispetto delle distanze di cui all'art. 905 c.c. (apertura di vedute dirette e balconi), che dall'obbligo dell'osservanza delle prescrizioni di cui all'art. 901 c.c. in tema di luci, in quanto entrambe le norme, ispirate dall'esigenza di riservatezza del fondo limitrofo, non hanno ragione di essere quando tale riservatezza è esclusa dalla pubblicità dell'uso cui il fondo stesso è soggetto" Cass. 15.1.86, n. 181, GCM, 1986, fasc. 1.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati