Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2016-10-21

Distanze e confini: chi auto-limita la propria visuale perde il diritto di veduta? - Riccardo Mazzon

Nel caso in cui il titolare di un diritto di veduta, esercitata da un balcone posto a distanza legale dal confine in un momento successivo decida di avanzare la propria costruzione sino al confine medesimo, realizzando dinanzi al predetto balcone tre pilastri in cemento armato destinati a sorreggere il piano superiore del fabbricato, deve ritenersi che non sussista più il diritto di veduta.

Pare opportuno segnalare, quale caso d"interesse, la decisione presa dal Tribunale di Napoli in una fattispecie nella quale il titolare di un diritto di veduta, esercitata da un balcone posto a distanza legale dal confine, in un momento successivo aveva avanzato la propria costruzione sino al confine medesimo, realizzando dinanzi al predetto balcone tre pilastri in cemento armato destinati a sorreggere il piano superiore del fabbricato - si veda, amplius, il volume "I rapporti di vicinato e le distanze legali: tutela e risarcimento" - Riccardo Mazzon - CEDAM 2013, in Collana SapereDiritto -.

Il Tribunale, ritenuto che i pilastri de quibus impedissero la veduta diretta sul fondo altrui, ha dichiarato la non persistenza del diritto di veduta sul fondo alieno:

"nel caso in cui il titolare di un diritto di veduta, esercitata da un balcone posto a distanza legale dal confine in un momento successivo decida di avanzare la propria costruzione sino al confine medesimo, realizzando dinanzi al predetto balcone tre pilastri in cemento armato destinati a sorreggere il piano superiore del fabbricato, deve ritenersi che non sussista più il diritto di veduta sul fondo alieno, atteso che, i pilastri in oggetto, ancorché posti a notevole distanza tra loro, svolgono una funzione analoga a quella del muro di sostegno, impedendo la veduta diretta sul fondo altrui" (Trib. Napoli 27.11.01, Gna, 2002, 29).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati