Legislazione e Giurisprudenza, Beni, diritti reali -  Mazzon Riccardo - 2016-07-30

Distanze e confini: ipotesi di aggravamento di servitù di tubi di scarico - Riccardo Mazzon

L'immissione in detto tubo di acque provenienti dai servizi igienici del fondo dominante e contenenti perciò anche liquami di latrina non comporta l'imposizione abusiva di una servitù diversa da quella già esistente, ma, eventualmente, l'aggravamento di tale ultima servitù.

Ci si è posti il problema, in giurisprudenza, della qualificazione giuridica da dare ad un eventuale mutamento della tipologia d"acqua inserita in una tubazione (nella specie: da pura a lurida); si è optato per l"ipotesi di aggravamento di servitù:

"in ipotesi di servitù avente come contenuto la non osservanza, relativamente al tubo di scarico delle acque piovane, della distanza dal confine prescritta per i tubi - d'acqua pura o lurida - dall'art. 889 c.c., l'immissione in detto tubo di acque provenienti dai servizi igienici del fondo dominante e contenenti perciò anche liquami di latrina non comporta l'imposizione abusiva di una servitù diversa da quella già esistente, ma, eventualmente, l'aggravamento di tale ultima servitù, in quanto l'espressione " acqua lurida " deve ritenersi riferita nell'indicata norma a tutte le acque "non pulite", cioè sia a quelle "impure" per la presenza di sostanze estranee, sia ai liquami, come si desume dal fatto che, in tema di scarichi coattivi, è stata usata la locuzione specifica di " acque impure " (art. 1043 c.c.), nonché dalla circostanza che la maggior distanza dal confine (rispetto ai tubi dell'acqua) è stata imposta dall'art. 889 citato solo per le " fosse di latrina ", ossia per gli scarichi (pozzi neri e simili) destinati a contenere liquami per un tempo più o meno lungo e, quindi, maggiormente pericolosi, ai fini delle infiltrazioni nelle aree circostanti, delle tubazioni, destinate al deflusso dei liquidi" (Cass. 5.4.82, n. 2094, GCM, 1982, 4 - si veda, amplius, il volume "I rapporti di vicinato e le distanze legali: tutela e risarcimento" - Riccardo Mazzon - CEDAM 2013, in Collana SapereDiritto).



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati