Changing Society, Orientamento sessuale -  Pant√® Maria Rosa - 2013-08-11

DIVERSITÀ - Maria Rosa PANTÉ

Un ragazzino di 14 anni si suicida perché gay e gli altri non lo capiscono. Già è diverso.

Ci si accanisce contro il ministro Kyenge, perché è nera. Già è diversa.

Intanto ecco gli Egiziani e i Siriani che scappano da una guerra e arrivano a morire sulle spiagge italiane, prima tappa verso il sogno di una vita migliore in Europa. Ma nessuno li vuole. Già sono diversi.

Però, se seguiamo l'etimologia, i diversi siamo noi. Quelli che stanno bene, quelli normali, quelli che stanno girati dall'altra parte. Appunto di-versi.

Non so che aggiungere, ho trovato ieri un sito che si chiama così: www.tuttiicriminidegliimmigrati.com

Non so che dire.

Mi mancano le parole, a me che mi nutro di parole.

Basterebbe mettersi nei panni dell'altro. E tutti sono altro da noi. Persino io sono altro da me stessa in certi momenti.

Basterebbe pensare: potrei essere nata in Egitto, ora sarei io sul barcone.

Basterebbe pensare che siamo tutti uguali: non solo fra esseri umani, ma tutto ciò che vive è nato da quell'unica cellula. Siamo tutti uguali...

Invece niente: i fifoni, gli ignoranti, quelli davvero poco poco intelligenti ci sono sempre.

Ecco io quelli li compatisco nel profondo: sono i veri infelici, le vere vittime della natura, di un'educazione sbagliata, di una deformazione congenita non so.

Sono le vere vittime perché sono così: impauriti, stupidi e senza vita. Già morti. Vorrei guarissero, non solo perché appestano il mondo, ma per loro, poveretti e per me, perché mi spiace provare sentimenti negativi verso di loro. E li provo, ahimè se li provo



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati