Changing Society, Orientamento sessuale -  Redazione P&D - 2013-09-19

DUE RAGAZZE GAY SI SPOSANO - Maria Emanuela LAZZEROTTI

In una calda giornata di metà agosto, ci  stiamo recando in una delle poche gioiellerie che ancora non hanno chiuso per  ferie: solo ora, perchè solo ora il Comune di Faro, in Portogallo, ha dato l' ok  definitivo alle nostre nozze.

Dopo il primo imbarazzo, il gioielliere  ci informa che qualche giorno prima un'altra coppia di ragazze gay si è  presentata nel suo negozio con la nostra stessa richiesta: come noi avevano  ricevuto da poco il nullaosta per sposarsi, in non so quale paese straniero.

Solo allora, mi sono sentita parte di un  flusso, di una corrente multiforme ed eterogenea..non più su un bastimento o  nelle gallerie di una miniera belga, mi sono sentita comunque parte di una  moltitudine  sommersa e misconosciuta che ha deciso di andare a prendersi  all'estero quel che non trova in Italia: chi alla ricerca di un lavoro più  dignitoso di quelo in un call center, chi di un ambiente culturale più  gratificante, chi alla ricerca di un figlio in provetta o da adottare, chi, come  noi, di sposarsi.

Molti, alla notizia, hanno obiettato:  perchè lo fate, visto che in Italia non ha valore?

Perchè siamo convinte che finchè non  saremo in molti a farlo, non sarà possibile farlo anche in Italia.

Perchè vogliamo che prima o poi un  matrimonio gay non sia più una notizia stravagante da mettere sul giornale, ma  banale prassi quotidiana.

Perchè siamo convinte che se abbiamo  tutti in tasca la stessa moneta, dobbiamo avere tutti anche gli stessi  diritti.

Ecco perchè l'abbiamo fatto..



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati