Changing Society, Opinioni, ricerche -  Zorzini Alex - 2014-09-04

ECCO CHI HA DISEGNATO IL PIGIAMA MOD. AUSCHWITZ - A. D. ZORZINI

"ECCO CHI HA DISEGNATO IL PIGIAMA MOD. AUSCHWITZ" -  A. D. ZORZINI

Il pigiama "mod. Auschwitz" di Zara era, originariamente, posto in catalogo con il nome  "Striped 'sheriff' t-shirt" poiché, com"è noto, richiama gli sceriffi dei film western.

Un rappresentante di una comunità ebraica italiana ha dichiarato di non sentirsi offeso da quel pigiama, solo sorpreso di scoprire che gli stilisti dell"azienda citata non si siano accorti di cosa esso richiamava.

Effettivamente, in una simile svista s"è perfino superata la sproporzione di 1 a 115.000, riconducibile all"episodio del 1986 allorquando tutto lo stadio si accorse del gol segnato con la mano da D. A. Maradona, tranne uno (l"arbitro).

Fra le altre reazioni provocate da tale svista se ne segnalano due: c"è chi chiede "In quale campo di concentramento posso comprarla?" e chi, più severamente, scrive: "È un ricordo terribile del pigiama a righe usato dai deportati. È semplicemente intollerabile" (attribuita al Coordinamento Intercomunitario Contro l"Antisemitismo e la Diffamazione, come riportato da vari giornali).

Ricostruito un tanto, c"è da chiedersi chi abbia disegnato il noto pigiama.

A tal proposito vi sono alcuni indizi, che partono da lontano ed arrivano vicino.

Da lontano.

Si deve partire dalla Corea del Nord, che fin dalla sua costituzione in Stato indipendente è retta da una dittatura comunista trasmissibile per via ereditaria maschile: da Kim Il-sung (1912 – 1994, ora considerato "Presidente Eterno"), al figlio Kim Jong-il (1941 – 2011), al nipote Kim Jong-un (1983).

Nel documento "Report of the Special Rapporteur on the situation of human rights in the Democratic People's Republic of Korea" (13 giugno 2014) del Consiglio ONU per i Diritti dell"Uomo si legge:

"i crimini contro l'umanità erano e continuato ad essere commessi da parte delle istituzioni e dai funzionari della Repubblica popolare democratica di Corea, conformemente alle politiche stabilite al più alto livello dello Stato.

Tali crimini non possono considerarsi semplici eccessi da parte dello Stato ma componenti essenziali del suo sistema politico. La gravità, la portata e la natura di queste violazioni non hanno paralleli nel mondo contemporaneo. Lo Stato utilizza in modo strategico la sorveglianza, la coercizione, la paura e la repressione per impedire l'espressione di ogni dissenso. Ciò si concretizza in esecuzioni capitali, prelevamento forzato e successiva detenzione nei campi di prigionia  per terrorizzare e sottomettere la popolazione […].

Nella Repubblica popolare democratica di Corea chiunque sia considerato una minaccia per  il sistema politico può diventare un bersaglio di crimini contro l"umanità. Ci sono circa 80.000 - 120.000 detenuti nei campi di prigionia politici; altri sono detenuti nel sistema carcerario ordinario, tra cui politici, cristiani, credenti di altre religioni, popolazioni affammate, persone accusate di introdurre influenze sovversive, o che hanno cercato di fuggire dal paese, ivi compresi quelli rimpatriati forzatamente dalla Cina, dal Giappone, dalla Corea del Sud e coloro che sono stati rapiti all"estero o "scomparsi" (v. pag. 5).

Da vicino.

Naturalmente, non tutti ricevono il medesimo trattamento.

C"è chi ha detto "Siamo stati onorati e riferiti", che "la Corea del Nord è una sorta di Svizzera", che "Kim Jong-un [è] un moderato" (da L"Huffington Post,  2 settembre 2014).

Inoltre, c"è chi ha notato che là "tutti i ragazzini fanno sport", che non ci sono "criminalità e prostituzione", che alla domanda se "il gulag è un buon deterrente" risponde: "anch"io avevo un giudizio negativo, prima di andare là. Adesso lo è meno. E" importante vedere di  persona" (da La stampa.it, 3 settembre 2014).

Indizi.

In presenza di simili indizi – gravi, precisi e concordanti – è facile intuire chi ha disegnato il pigiama per Zara.

Tuttavia, per una sorte di pudore, non scriverò il nome di queste animule vagule blandule.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati