Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

Famiglia, relazioni affettive / adozione, affido etero-familiare

22/09/16

Adozione: giurisprudenza creativa o conforme alla legge? - Cass. n. 12962/16 - Michela Labriola

Commento alla sentenza della Corte Cassazione, I sez. civ., 26 maggio 2016 n. 12962 Giurisprudenza creativa o conforme alla legge?

CORTE SUPREMA DI CASSAZIONE I sez. civ. ricorso proposto dal Procuratore Generale della Repubblica presso la Corte d’appello di Roma - ricorrente - contro […] – contro ricorrente - avverso la sentenza.  N.7127/2015 della CORTE D'APPELLO di ROMA, depositata il 23/12/2015; udita la  relazione della causa svolta nella pubblica udienza del  26/05/2016 dal  Cons.Dott.  ...

leggi tutto ›
 

11/07/16

La Corte di Cassazione applica l’art. 8 della Cedu e dà il via alla prima adozione in casi particolari in favore della madre non biologica - Alessandra Sarri –

La Corte di Cassazione sancisce il diritto fondamentale dei bambini a mantenere una relazione familiare legalmente riconosciuta anche all’interno di famiglie composte da persone dello stesso sesso, avallando le fondate argomentazioni dei tribunali che hanno applicato una norma diretta ad assicurare riconoscimento ai legami genitoriali di fatto, nell’esclusivo interesse del minore, così conformandosi ai principi costituzionali e convenzionali.

 

 

La prima sezione della Corte di Cassazione con la sentenza n. 12962 del 22 giugno 2016 ha confermato la pronuncia della Corte d’Appello di Roma, che a su ...

leggi tutto ›
 

05/07/16

Si respira diritto europeo nella pronuncia della Cassazione n. 13435 del 30 giugno 2016 in tema di diritti fondamentali - Cesare Fossati

E' necessario un ricorso per revocazione ai sensi dell'art. 391-bis cpc di un precedente arresto della Cassazione per risollevare le sorti di una vicenda dai contorni inquietanti, rappresentati da uno Stato che sostituisce i genitori perché non rientrano nei canoni di adeguatezza stabiliti dal consulente.

La giurisprudenza europea è così chiamata a fungere da testa d'ariete che permette alla Cassazione di porsi ad un livello superiore da sé stessa, tanto da giustificare la revisio prioris istanziae.

 

...
leggi tutto ›
 

29/05/16

Un altro sì all'adozione omogenitoriale ex art. 44 lett. d - CdA Torino 27/5/2016 - Valeria Mazzotta

La Corte d'appello di Torino aderisce al filone giurisprudenziale che consente l'adozione speciale del minore in favore del partner del genitore biologico dello stesso sesso ai sensi dell'art. 44 lett. d l. 184/1983...in attesa che la Corte di Cassazione intervenga

 

Con la sentenza depositata il 27 maggio 2016, la Corte d’Appello di Torino ha disposto l’adozione di un minore ai sensi dell’art. 44, lett. d) della legge n. 184/1983, a favore della compagna convivente della madre biologica. La decisione riforma quella con la quale il Tribunale per i Minorenni di Torino , aveva respinto la domanda della madre ...

leggi tutto ›
 

05/04/16

“SI’ ALL’ADOZIONE IN CASI PARTICOLARI AD UNA COPPIA DI UOMINI”. - Alessandra Sarri -

E' la prima volta in Italia che una coppia di uomini, che hanno avuto il figlio attraverso una maternità surrogata all’estero, si rivolge al Tribunale per i Minorenni per ottenere l’adozione ex art. 44, lettera d, L. 184 del 1983, come modificata dalla L. 149 del 2001, mentre tutte le altre precedenti richieste erano state presentate da coppie di donne.

Il Tribunale per i Minorenni di Roma pronuncia il luogo a provvedere e, sempre per la prima volta, la sentenza non è impugnata dalla Procura presso il Tribunale per i minorenni, diventando così definitiva.

Con ricorso ex art. 4 ...

leggi tutto ›
 

24/03/16

“UN BAMBINO E DUE PADRI" – TM Roma, 31.12.2015 – A. D. ZORZINI

Un bambino, fin dalla nascita, ha vissuto in una famiglia composta da tre persone: lui stesso, il padre e il compagno di quest’ultimo che, poi, lo ha adottato.

 

In particolare, il bambino è stato voluto dai due adulti (per il tramite della fecondazione assistita) che, poi, hanno provveduto di comune accordo al suo mantenimento, educazione ed istruzione.

Per tali motivi, il bambino considera entrambi papà.

Il compagno del padre ha quindi presentato do ...

leggi tutto ›
 

22/03/16

Stepchild adoption. Il tribunale romano consente l'adozione di un bambino di due papà – Valeria Cianciolo

La lunga e ben articolata sentenza capitolina battuta dalle agenzie di stampa nel pomeriggio di ieri (il 21 marzo 2016 per chi legge) torna a parlare della step child adoption, istituto che nei giorni scorsi ha infiammato la nostra politica con il ddl Cirinnà e che consente l'adozione del figlio del partner in quei Paesi dove le coppie conviventi dello stesso sesso hanno un riconoscimento giuridico.

Il Tribunale per i Minorenni di Roma ha detto sì a una nuova “stepchild adoption”. 
È la prima volta in Italia che una coppia di uomini si presenta in tribunale. Fino ad oggi le altre richieste di adozione del fi ...

leggi tutto ›
 

05/03/16

"ANCORA SULL'ADOZIONE DA PARTE DEI CONVIVENTI SAME SEX" - Trib. Roma sent. 30/12/2015 - V. MAZZOTTA

Nell'ambito della famiglia omosessuale, è possibie il ricorso all'adozione nei casi particolari disciplinata dall'art. 44 lett. d) della l. 184/1983 per l'impossibilità di affidamento preadottivo non va intesa solo come impossibilità di fatto, ma anche di diritto.

 

 

Terza sentenza del Tribunale per i Minorenni di Roma – ancora sotto la Presidenza della Dott.ssa Melita Cavallo – che dispone l’adozione ex art. 44 lett. d) l. n. 184/1983, come modificato dalla l. 149/2001, di due minori, ciascuno da parte della convivente della madre biologica, e quindi nell’ambito ...

leggi tutto ›
 

29/12/15

“UNA BAMBINA E DUE MADRI – C. APP. ROMA, 23.12.15” A. D. ZORZINI

- Coppia omossessuale

- adozione in casi particolari

- Art. 44, co. 1, lett. d), l. 184/83

 

Il diritto italiano è più malleabile di quanto si possa ritenere.

In alcuni casi, esso si adatta alla realtà dei fatti che nel frattempo è profondamente mutata rispetto ai tempi dell’adozione della legge che consente l’applicazione del diritto.

Negli anni ’80, ad esempio, il concetto di famiglia era uno solo: quello di due persone unite in matrimonio, senza neppure la necessità di specificare la diversità di sesso tra gli sposi.

Negli an ...

leggi tutto ›
 

30/11/15

“ANCORA UNA VOLTA DISPOSTA L’ADOZIONE IN CASI PARTICOLARI ALLA CONVIVENTE DELLA MADRE DELLA MINORE” - Alessandra SARRI

- Tribunale per i Minorenni di Roma - Sentenza n. 291 del 22.10.2015.

- Adozione in casi particolari, art. 44, lett d), L. 183/1984, così come modificata dalla L. n. 149 del 2001.

- Disposta l’adozione in casi particolari alla convivente della madre della minore.


...
leggi tutto ›
 

30/11/15

IL DIRITTO DIMEZZATO DELLA CONTINUITA’ AFFETTIVA: La l. 173/15 è costituzionalmente illegittima – A. D. Zorzini

-          Affidamento familiare

-          Continuità affettiva

-          Illegittimità costituzionale

 

Il diritto del minore ad una famiglia (l. 184/83) è declinato in vari modi.

Prima di tutto, il minore ha diritto alla propria famiglia, quella di origine, anche se indigente (art. 1, co. 2).

In secondo luogo, se il minore è stato abbandonato dalla sua stessa famiglia (artt. 8 e 15) ne viene individuata una sostitutiva con la quale egli crea un l ...

leggi tutto ›
 

15/10/15

"STATO DI ABBANDONO: MINORI E DIRITTO DI CRESCERE IN FAMIGLIA" - Cass. 19735/15 - A.G.

- minorenni e stato di abbandono

- diritti di crescere in famiglia non "illimitato"

- la famiglia deve mantenere, istruire ed educare il minore

 

Il diritto di crescere all'interno della propria famiglia non è un diritto assoluto e comunque preminente perchè deve guar ...

leggi tutto ›
 

04/10/15

"FAMIGLIA, RELAZIONI AFFETTIVE: IL CASO DI MARTINA LEVATO E IL DOPPIO ABUSO"- E. REALE - M.S. PIGNOTTI

Il caso Martina Levato e il doppio abuso verso un bambino  ed una  madre ancorché criminale

Elvira Reale, psicologa, Napoli

Maria Serenella Pignotti, neonatologa, Firenze

In questi giorni si sono scritte pagine e pagine di articoli e numerosi sono stati i dibattiti televisivi sul caso di Martina Levato. L’opinione pubblica si è spaccata in due tra chi vuole lasciare Achille con la mamma e chi vuole dichiararlo, ab inizio, adottabile.

Nessuno si è posto dalla parte di Achille!.

Come sempre in Italia non si fa attenzione ai ...

leggi tutto ›
 

31/08/15

"ADOZIONE SOLUZIONE ESTREMA: CHI E' LEGITTIMATO AD OPPORSI" - Cass. 16897/15 - A.G.

Il minore ha diritto di crescere ed essere educato nella propria famiglia d'origine; il principio trova trova fondamento nel diritto italiano, convenzionale europeo e internazionale. Da tale principio deriva che il ricorso alla dichiarazione di adottabilità deve essere la soluzione estrema.

L'esercizio della responsabilità genitoriale sui figli minori era stata sospesa ad opera del Tribunale per i minorenni che apriva la procedura di adottabilità conclusa con la dichiarazione di adottabilità.

...
leggi tutto ›
 

20/08/15

"STATO DI ABBANDONO DEL MINORE. LA BUONA VOLONTA' NON BASTA" - Cass. 6131/15 - Annalisa GASPARRE

- Minori

- Adottabilità

- Stato di abbandono. Integra una situazione di "abbandono" non solo quella situazione in cui la vita offerta al minore sia inadeguata o il rifiuto di adempiere ai doveri genitoriali, ma anche una situazione di fatto obiettiva che, prescindendo dalla volontà dei genitori, impedisca ...

leggi tutto ›
 

21/07/15

"ADOZIONE NAZIONALE " - Professional - Guendalina SCOZZAFAVA

Come adottare un bambino (adozione nazionale) ?

 

CASO – una coppia di coniugi decide di adottare un bambino nell'ambito dell'adozione nazionale. La sterilità di lui non consente alla coppia di avere figli propri e vorrebbero ricorrere all'adozione di un neonato, ma attenzione sono previsti dei limiti nella differenza d'età tra i coniugi e il bambino da adottare

 

...
leggi tutto ›
 

20/06/15

"IDENTITA' BIOLOGICA: APPROVATO IL DDL DALLA CAMERA" - Stefania TONUTTI

Ieri è stato dato il via libera al testo unificato "Diritto del figlio adottato non riconosciuto alle informazioni sulle proprie origini biologiche" : l'Assemblea della Camera ha approvato in prima lettura il documento, composto da tre articoli, che amplia la possibilità per il figlio adottato o comunque non riconosciuto alla nascita di conoscere le proprie origini biologiche.

ARTICOLO 1: Ha ad oggetto la legge n. 184/1983 "Diritto del minore ad una famiglia", in particolare l'articolo 28, che viene aggiornato. Questa modifica estende, oltre che all'adottato, anche al figlio non riconosciuto alla nascita la possibilità ...

leggi tutto ›
 

15/06/15

"STATO DI ADOTTABILITA' E ASCOLTO DEL MINORE" - Cass. n. 11890/15 - Annalisa GASPARRE

- stato di adottabilità

- rapporti significativi tra parenti e minore: non basta la dichiarazione di disponibilità della zia

- l'opinione del minore è elemento di valutazione del suo interesse e costituisce espressione del diritto fondamentale ad essere informato


...
leggi tutto ›
 

31/03/15

"MADRE IMMATURA E INFANTILE: VIA LIBERA ALL'ADOZIONE" - Cass. 6137/2015- Valeria MAZZOTTA

Dichiarazione dello stato d'adottabilità

Inutile  predisporre un progetto di sostegno da parte dei Servizi  alla madre immatura e infantile

Via libera quindi all'adozione del minore

 

 

La madre immatura e infantile non può appellarsi all’aiuto dei servizi sociali per far cessare lo stato di abbandono, qualora il giudice ritenga che l’intervento di sostegno con grande probabilità avrebbe esi ...

leggi tutto ›
 

20/03/15

“MINORI: DICHIARAZIONE DI ADOTTABILITA’ PER UNA SERENA CRESCITA DELLA MINORE" - Cass. Civ. sent. 2676/15 - Ilaria FORTINA

- Patologie psichiche

- Stato di abbandono

- Dichiarazione di adottabilità

Dichiarazione di adottabilità di una minore in seguito al mancato riconoscime ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity