Risarcire sino in fondo le vittime,
proteggere le persone fragili, far respirare i nuovi diritti

/ filiazione, potestà, tutela

26/05/17

Interesse predominante del minore e art. 388, 2° co. c.p.: quale confine? – di Valeria Cianciolo

Il Tribunale di Livorno ( cfr. provvedimento in calce) ha assolto il padre, co-affidatario dei due figli minori, dal reato di cui all’art. 388, II comma c.p. (mancata esecuzione dolosa dei provvedimenti in materia di affidamento di minori).

La circostanza che ha dato luogo al provvedimento era data dalla mancata riconsegna dei figli al termine delle vacanze estive, secondo le condizioni di divorzio, e l’ordine di immediato rientro presso la madre.

In verità, nel caso specifico non ricorre una volontarietà di inottemperanza all’ordine del giudice, ma una presa d’atto di impossibilità di adempimento. Infa ...

leggi tutto ›
 

21/03/17

Quando il diritto del minore al rispetto della vita privata prevale sul diritto di visita dei nonni - Maria Zappia

Nota a Tribunale per il Minorenni di Reggio Calabria  decreto del 18.6.2013, Corte di Appello di Reggio Calabria Sezione Minori decreto del 27.5.2014, Tribunale per i Minorenni di Venezia decreto del 14.10.2016.            

Diritto di visita dei nonni/famiglia/minori/filiazione/tribunale per i minorenni/diritto al rispetto della vita familiare                                                            

Si commentano i provvedimenti conformi emessi, in materia di diritto di visita dei nonni ...

leggi tutto ›
 

15/02/17

Ancora sulla residenza abituale del minore – Cass SSUU 3555/17 – Michela del Vecchio

La residenza abituale del minore deve essere individuata alla data della presentazione della domanda di affidamento a tutela dell'interesse superiore del minore stesso alla stabilità dei legami affettivi e delle relazioni sociali ed al criterio della vicinanza al luogo – centro dell'integrazione sociale del minore

 

Dell'art. 8 Reg. U.E. n. 2201/2003 si è già trattato in questa rivista ("minore – dimora stabile e domicilio – di Serrao Eugenia) precisando che il concetto di residenza abituale non è def ...

leggi tutto ›
 

24/01/17

Tabelle milanesi come parametro di liquidazione del danno da privazione del rapporto parentale -Trib. Milano 5/10/16 - Alessandra Sarri

Il Tribunale di Milano liquida il danno esistenziale a un padre che è stato illegittimamente privato del diritto di esercitare la paternità per i primi due anni di vita della figlia perché la madre ha condizionato il proprio consenso al riconoscimento alla preventiva regolamentazione della contribuzione al mantenimento e, più in generale, alla regolamentazione dell’esercizio della responsabilità genitoriale.

Il Tribunale di Milano chiamato a pronunciarsi sulla dichiarazione di paternità giudiziale e sulla regolamentazione dell’esercizio della responsabilità genitoriale formulata dalla madre dopo che le p ...

leggi tutto ›
 

03/01/17

“Maternal preference” e diritto dei genitori a trasferire la propria residenza – di Valeria Cianciolo

Qualche giorno fa la Corte d'appello di Ancona con un decreto del 27/12/2016 - allegata in calce - è tornata a parlare dell’annoso problema del trasferimento di uno dei genitori in altra città, dopo la separazione.

Il Collegio anconetano ha statuito quanto segue: “Di fronte a scelte insindacabili in ordine alla propria residenza compiute da coniugi separati che non comportano la perdita per il solo fatto di trasferire la residenza lontano da quella dell'altro coniuge dell'idoneità ad essere con locatario dei figli minori il giudice a esclusivamente il dovere di valutare se sia più funzionale al preminente inter ...

leggi tutto ›
 

31/12/16

“Ricorribilità dei provvedimenti limitativi della responsabilità genitoriale” – Cass. n. 23633/2016 - Marco TENUTA

La I Sezione della Suprema Corte di Cassazione, con la recente sentenza n. 23633 del 21 novembre 2016, ha modificato radicalmente il proprio orientamento giurisprudenziale inerente la materia dei ricorsi in Cassazione in riferimento ai provvedimenti riguardanti i minori, in particolare quelli ablativi o limitativi della responsabilità genitoriale.

Il tema specifico affrontato è dunque quello dell’ammissibilità o meno della possibilità di impugnare in Cassazione i provvedimenti ex artt. 330 c.c. [1] e 333 c.c. [2], anche se presi in via temporanea e urg ...

leggi tutto ›
 

31/10/16

Trib. Benevento, 27 ott. 2016, rel. Quirino Caturano: nome al nascituro e vicinanza al feto nella coppia in disaccordo - Riccardo Mazzon

Il Tribunale di Benevento ha recentemente decisa una questione  relativa al diritto di imposizione del nome del nascituro nel conclamato disaccordo della coppia non coniugata, una volta giunta la dissoluzione della convivenza: il relatore ha differenziato, non solo a livello descrittivo, la nozione di diritto al prenome (o nome in senso proprio), a seconda che sia guardata dal lato di chi deve riceverlo (il bambino) o di chi lo impone; il decreto si occupa anche della questione del diritto del padre di essere vicino alla ex compagna ovvero di far sentire la s ...

leggi tutto ›
 

26/10/16

No alla Maternal preference dal tribunale di Milano – Marcello Adriano Mazzola

1. A fine estate la Cassazione confermò il principio della Maternal Preference.

...
leggi tutto ›
 

22/10/16

Interesse del minore a mantenere rapporti significativi con il genitore sociale - di Valeria Cianciolo

Interesse del minore a mantenere rapporti significativi col "genitore sociale" - di Valeria Cianciolo

Nota a Corte costituzionale, 20 ottobre 2016, n. 225

La sentenza della Corte Costituzionale (in allegato) era attesa da tempo.

La vicenda è nota.

Dopo una lunga relazione sentimentale, una coppia lesbica si separa.

Il genitore sociale chiede al Tribunale un provvedimento volto a statuire tempi e modalità di frequentazione tra lei e i due bambini, figli dell’ex compagna, avuti dalla stessa a seguito di fecondazione eterologa praticata all’estero.

...
leggi tutto ›
 

13/09/16

Una volta deceduta la madre che aveva chiesto l'anonimato, il figlio può conoscere le sue origini– Cass. 15024/16 – Giorgia Bacchin.

Il figlio di una donna che al momento del parto chiede di restare anonima può accedere ai dati identificativi riguardanti la propria madre biologica qualora quest’ultima sia deceduta senza aver revocato la precedente volontà a rimanere sconosciuta.

Nel caso in esame un figlio, nato da una donna che aveva chiesto di restare anonima, domandava l’accesso ai dati riguardanti la stessa contenuti nella cartella clinica relativa alla sua nascita.

Il Tribunale dei Minori di Torino, appreso il decesso della madre, dichiarava l’impossibilità di inter ...

leggi tutto ›
 

31/08/16

È lecito che il genitore controlli il cellulare del figlio minorenne? - Avv. Marcella Ferrari -

Il flebile limite tra dovere di vigilanza dei genitori ed diritto alla privacy del minore

Nel nostro ordinamento il minore d’età non dispone della capacità di agire ed è sottoposto alla responsabilità genitoriale, quella che, con un’espressione anacronistica, un tempo era definita patria potestà. L’idoneità a porre in essere atti giuridici, infatti, si acquista solo al momento del compimento del diciottesimo anno d’età (art. 2 c.c.). Eventuali negozi giuridici posti in essere dal minore si considerano inesistenti o annullabili a seconda dell ...

leggi tutto ›
 

17/08/16

Figli di genitori “benestanti” in stato di abbandono morale ma non tutelati - Franco Longo

Abbandono morale e mancata tutela di figli di genitori benestanti

Franco Longo

Avvocato familiarista in Genova, cultore della materia presso la Facoltà di Giurisprudenza di Genova, dipartimento di diritto privato.

Premessa

Lo spunto di questo articolo mi è stato offerto da una intervista fatta un paio di anni fa su Rai tre a Cristiano De André, figlio del monumentale Fabrizio. A un certo punto si parlava degli anni 70/80 del secolo scorso e Cristiano ha voluto ricordare i centina ...

leggi tutto ›
 

28/07/16

Silenzio – Michela del Vecchio

Era una mattina di luglio, l'aria era ancora fresca ma si preannunciava una giornata torrida.

Sin dalle prime luci dell'alba si poteva immaginare quale giornata di caldo c'era da aspettarsi.

Appena i raggi del sole iniziavano a penetrare nella stanza da una finestra lasciata aperta per poter riposare nella notte, M. si alza.

Come ogni mattina deve occuparsi di molte faccende domestiche prima di andare al lavoro.

Mettere in ordine i giochi lasciati la sera ...

leggi tutto ›
 

14/06/16

L’usufrutto legale dei genitori - di Valeria Cianciolo

1.Introduzione all’istituto dell’usufrutto legale – 2. La funzione dell’usufrutto legale - 3. L’usufrutto legale e l’usufrutto ordinario - 4.La nuova disciplina della responsabilità genitoriale - 5. Amministrazione dei beni del minore adottato ed usufrutto legale sugli stessi

 1. Introduzione all’istituto dell’usufrutto legale

Di regola, tutti i beni appartenenti al figlio minore costituiscono oggetto dell'usufrutto legale dei genitori.

Preliminarmente è utile ricordare che, ai sensi dell’art. 324 c.c., non sono s ...

leggi tutto ›
 

03/06/16

Quando cessa per il genitore il dovere di mantenimento del figlio maggiorenne? - Andrea Falcone

Riflessioni a margine di una recente pronuncia di legittimità

Nota a Cass., 1 febbraio 2016, n. 1858

Andrea Falcone, Avvocato

Sommario: 1. La massima. – 2. Il caso. – 3. La decisione. – 4. I precedenti. La necessità di un analitico apprezzamento del caso concreto. – 5. Conclusioni: una valutazione insidiosa, con ampi margini di discrezionalità, rimessa al giudice di merito.

1.- Il dovere di mantenimento del figlio maggiorenne cessa non soltanto ove il genitore onerato dia prova che il figlio abbia raggiunto ...

leggi tutto ›
 

09/05/16

“Se quello che i mortali desiderano potesse avverarsi, per prima cosa vorrei il ritorno del padre…”di Valeria Cianciolo

La sentenza capitolina del 26 giugno 2016 è stata gridata come rivoluzionaria perchè riconoscerebbe il pernottamento ad un bimbo di 16 mesi.

In verità, il provvedimento, ben calibrato, fa altro perchè elabora un raffinato esempio di parenting planning.

Al pernottamento del minore si arriva gradatamente e passando per il sonnellino pomeridiano, riconosce il ruolo della paternità.

 

“Se quello che i mortali desiderano potesse avverarsi, per prima cosa vorrei il ritorno del padre…” così dice Telemaco, figlio di Ulisse, esprimendo molto bene ...

leggi tutto ›
 

07/03/16

“CRESCERE UN FIGLIO” - Francesca SASSANO

Non c'è un modo giusto per crescere un figlio, soprattutto nella solitudine dell'età giovane e nel desiderio di un'accortezza sconosciuta. Ci sono i dubbi e le angosce, la paura che la stanchezza sia la strada della giustificazione. Ci sono le parole che escono troppo in fretta, gli abbracci che sfuggono al controllo, l'aria che vorresti respirare ancora solo per te.

I tuoi occhi vedono in avanti, le strade da percorrere sono tante, le valigie pesano troppo. Le stagioni ti appaiono tutte interessanti.

Poi c'è la sera, il mare dei ricordi che si alza e ti lambisce, quel tanto di rabbia che vuoi scrollarti di dos ...

leggi tutto ›
 

29/02/16

Niente assegno di mantenimento se il padre scopre che la figlia non è sua – Cass. 23973/2015 – Giorgia Bacchin

Ferma restando la necessità di instaurare il procedimento di modifica o revisione qualora il diritto al mantenimento trovi fondamento in una pronuncia di separazione o di divorzio passata in giudicato, l'assenza del rapporto di filiazione priva di ogni reale giustificazione il successivo protrarsi di qualsivoglia tipo di contribuzione da parte del padre.

Il caso in esame prende le mosse da una sentenza della Corte di Appello che rigettava il gravame proposto dalla figlia nei confronti della sentenza di primo grado che, nell’accogliere la domanda di disconoscimento della paternità intrapresa dal padre legittimo, ...

leggi tutto ›
 

20/02/16

“4° COMANDAMENTO. ONORA IL PADRE E LA MADRE: UNA SOCIETA’ SENZA PADRI” – Maria Rita MOTTOLA

Abstract: Ancora una volta la quarta parola richiama un tema attualissimo: il rapporto genitoriale. Ancora una volta ci consente approfondimenti di interesse giuridico. Il comandamento che dispone il rispetto per il padre e la madre è posto immediatamente dopo quelli che si riferiscono a Dio. Ma i rapporti familiari hanno ancora un senso? La famiglia è ancor alla cellula fondante della società? I movimenti femministi degli anni sessanta hanno sminuito la figura dei padri con quali risultati’

 

Onora tuo padre e tua madre, affinché si prolunghino i tuoi giorni sulla terra che il Signore Dio tuo ti ...

leggi tutto ›
 

30/01/16

“"AI CONFINI DEL DIRITTO: IL DIRITTO DEI CUCCIOLI ALLA MADRE” – Maria Rita MOTTOLA

ANTEFATTO – Il pensiero che sto cercando di delineare, con molti spunti di discussione e approfondimento, si concretizza nella sempre più solida certezza che stiamo involvendo in una condizione di ideologica e supina accettazione dell'impero del denaro e del potere di pochi pseudo ricchi su tutti gli altri. La gravità della nostra condizione deriva dalla miope adesione al politically correct, quasi che l'elaborazione di un pensiero critico e alternativo sia macchiato da una sorta di peccato mortale e socialmente inaccettabile.

Secondo la Corte Costituzionale, sent. n.138/2010, ' l'art. 2 Cost ...

leggi tutto ›
 
Joomla SEO powered by JoomSEF

Cosa stai cercando?

Inserisci una parola per cercare i risultati che ti interessano.

Iscriviti per il 2016 a

iscriviti-persona-e-danno

 

Diventa un nostro associato

iscriviti ora 

Associazione Persona e Danno C.F. 90107070329 | Tutti i diritti riservati © 2013-2016 - Realizzazioni Web Altavista - Web Agency | admin - Informativa Cookies

CSS Validity XHTML Validity
exsigma