Changing Society, Intersezioni -  Pant√® Maria Rosa - 2016-04-19

Fiori - Maria Rosa Panté

Cammina cammina, ho capito che tanta saggezza, se così la posso chiamare, mi è venuta dai libri, ma altrettanta la devo alle passeggiate quotidiane, nel cosmo infinito intorno a casa mia.

Lì ci sono i fiori...

E questi fiori dedico ai morti in mare.

Ai miei genitori

Ho immaginato di fermarmi ai piedi

di un albero fiorito e accompagnare

il volo di un petalo che si stacca

dal ramo, la sua vita,

e cade. Ah, la bellezza commovente

dei fiori appena caduti. Attendere,

con pazienza, l'istante in cui il fiore

si stacca è come tenere la mano

a un moribondo, accompagnarlo, piano,

presso alla morte. Come mio padre

e mia madre: fiori belli e recisi.

Fiori di prato

Mi sono innamorata di ogni fiore

che ho incontrato nel prato.

Di ogni colore e stelo.

Di ogni pistillo e petalo individuale.

D'ogni profumo. Di tutte le fogge,

le geometriche forme.

Sciami, nuvole, vapori di fiori.

E per ogni fiore, per ogni fiore

ho moltiplicato il mio unico amore.



Autore

immagine A3M

Visite, contatti P&D

Nel mese di agosto 2020 Persona & Danno ha registrato oltre 241.000 visite.

Articoli correlati